G1 Android | Prenotato già da 1 milione e mezzo di persone

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 13 ottobre 2008 Il Conte 1

La battaglia tra G1 e iPhone continua a suon di numeri. Alcuni giorni fa, era stata la notizia dell'esaurimento dei 60.000 pezzi messi in...

La battaglia tra G1 e iPhone continua a suon di numeri. Alcuni giorni fa, era stata la notizia dell’esaurimento dei 60.000 pezzi messi in pre-ordine da T-Mobile a fare il giro della rete. Oggi, invece, tiene banco la richiesta di T-Mobile ad HTC di triplicare il numero di dispositivi precedentemente ordinato.

Salirebbe così a 1,5 milioni il numero di persone (solo per il mercato statunitense) che tra qualche giorno  (esattamente il 22 di ottobre) si accaparrerà il primo smartphone con il sistema operativo open source di Google, Android.

Il costo dello smartphone sarà di 179 dollari con un contratto che legherà l’utente a T-Mobile (che fornisce il servizio) per due anni. Una cifra di poco inferiore a quella dell’iPhone, che a suo tempo raggiunse il milione di esemplari venduti in soli tre giorni (anche quelli, in larga parte, nei giorni di prevendita precedenti al lancio).

Se si cercava un’alternativa allo smartphone della Mela, ecco, forse è stata trovata.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *