Apple blocca Hottest Girl: no al porno

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 29 giugno 2009 Il Conte 0

La notizia ha fatto il giro della rete e noi ve la riportiamo come appresa: Apple, dopo poche ore dalla sua comparsa,ha bloccato Hottest...

La notizia ha fatto il giro della rete e noi ve la riportiamo come appresa: Apple, dopo poche ore dalla sua comparsa,ha bloccato Hottest Girl, l’applicazione che permette di scaricare e visualizzare immagini osé su iPhone.

Le prime voci dicevano che la rimozione era dovuta ai server incapaci di gestire l’enorme traffico, ad oggi invece si scopre che Apple non vuole distribuire applicazioni dal contenuto inappropriato.

In questo modo Apple protegge la sua etichetta "per famiglie", anche se in questo modo risulta evidente la sua necessità di controllare i prodotti che vende ai propri utenti.

I rappresentanti dell’azienda hanno dichiarato che la rimozione repentina è dovuta a una violazione del contratto da parte dello sviluppatore, che avrebbe aggiunto i contenuti illeciti direttamente dal server, dopo l’approvazione di Apple.

Una risposta da considerarsi coerente, anche se allora non si capisce a cosa servono i sistemi per il controllo dei contenuti (parental control), introdotto con il firmware 3.0….

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *