Le differenza tra i vari Hosting

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 20 luglio 2010 Il Conte 0

La principale differenza tra i vari hosting condivisi è riconducibile principalmente alla condivisione di spazio e risorse del server (limiti di Banda, ecc) con altri...

La principale differenza tra i vari hosting condivisi è riconducibile principalmente alla condivisione di spazio e risorse del server (limiti di Banda, ecc) con altri siti web.

Il termine shared hosting (Hosting Condiviso) identifica un servizio fornito da un web server di proprietà dell’Internet Service Provider (ISP), che viene diviso in pacchetti corrispondenti ad altrettanti siti di diversi clienti.

A ciascun sito Web viene assegnata una porzione dello spazio disco e tutti condivideranno memoria, capacità di calcolo del processore e banda di connessione alla rete. La manutenzione del sistema hardware e software sono interamente gestite dal fornitore del servizio (Provider). Il mio consiglio per un hosting condiviso lowcost ricade su web4web.it, ottimo Internet Provider Italiano con i Server in Italia.

L’hosting dedicato si differenzia dalla soluzione sopra descritta in quanto viene fornito al cliente un Server dedicato, generalmente sempre di proprietà dell’ISP, ma interamente “dedicato” ad un solo cliente, che può utilizzarla per uno o più siti di sua proprietà o di suoi clienti nel caso in cui si tratti, ad esempio, di una web agency.

Il vantaggio di questa soluzione è che non dovendo condividere con altri le risorse del server web, sarà possibile ospitare siti con esigenze particolari di spazio o banda. Su un Dedicated Server, sarà possibile installare direttamente o richiedere al provider l’installazione di eventuali software aggiuntivi, per permettere al nostro sito di supportare funzioni non comuni, come ad esempio la gestione di particolari formati di file.

Il costo di un server dedicato è piuttosto elevato, sono nate quindi delle soluzioni ibride per andare incontro a chi ha esigenze maggiori a quelle di un comune hosting, ma non particolarmente “estreme”.

Per questo è possibile scegliere un server virtuale o semi dedicato, cioè delle soluzioni condivise, dove la suddivisione di risorse del server è molto minore rispetto ad un hosting condiviso, in cui possono risiedere sulla stessa macchina anche diverse centinaia di siti web, ma in quantità molto minore rispetto ad offerte hosting lowcost.

Il mio consiglio per scegliere un partner che offre Servizi Server e Hosting Professionali e di alte performances ricade su FlameNetworks, un piccolo Provider Italiano (con Server in Germania) con un elevatissimo rapporto qualità/prezzo ed un’assistenza super offerta spessissimo direttamente da Fabrizio (il Titolare).

La soluzione migliore da adottare dipende dalle proprie specifiche esigenze, e per questo è necessario valutare con attenzione alcuni elementi che possono maggiormente essere valutati dopo aver messo online il sito, tra cui:

  • lo spazio su disco di cui si ha bisogno,
  • i linguaggi adottati per la realizzazione del sito,
  • il traffico che riceverà,
  • quindi la larghezza di banda di cui si ha bisogno.

Ovviamente una citazione va anche ad Aruba.it, che sta completando i lavori del nuovo Data Center in Italia, con tecnologie di ultissima generazione.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *