Twitter e il blog di Skype Hackerati nei propri account Twitter e il blog di Skype Hackerati nei propri account

Twitter e il blog di Skype Hackerati nei propri account

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 2 gennaio 2014 Il Conte 0

Twitter e il blog di Skype Hackerati nei propri account Non inizia bene il 2014 per Skype dato che sono state diffuse le notizie del... Twitter e il blog di Skype Hackerati nei propri account

Twitter e il blog di Skype Hackerati nei propri account

Non inizia bene il 2014 per Skype dato che sono state diffuse le notizie del fatto che sono stati hackerati l’account Twitter e il blog ufficiale.

L’attacco è stato fatto dal gruppo noto come esercito elettronico siriano (SEA).

Twitter e il blog di Skype Hackerati nei propri account

Su Twitter è apparso un messaggio chiaro: “Non utilizzate le e-mail di Microsoft (hotmail, outlook) controllano i vostri account e vendono i dati ai governi. Presto ulteriori dettagli”, un riferimento alle rivelazioni sul fronte dell’NSA, l’agenzia di sicurezza statunitense che avrebbe intercettato con l’aiuto di alcune aziende le mail di computer e altri dispositivi elettronici.

Il gruppo ha anche indicato il contatto del CEO Steve Ballmer, spiegando: “Potete ringraziare Microsoft per il monitoraggio dei vostri account/email usando questi dettagli #SEA”.

Gli hacker che hanno twittato incitando gli oltre 3 milioni di follower a Non usare le email di Microsoft, hotmail ed outlook, perché gli account sono controllati per vendere dati ai governi. Il tweet in questione ha ricevuto oltre 8000 retweet, ed è rimasto online un paio d’ore prima di essere eliminato.

Anche il blog di Skype è stato hacherato: è comparso un post dal titolo “Hacked by Syrian Electronic Army: Stop Spying!” con il logo del gruppo.

Il Syrian Electronic Army, noto per supporto al regime del presidente siriano Bashar al-Assad, sembra essere un aperto e organizzato gruppo di attacco informatico che prende di mira l’opposizione politica e i siti web occidentali. Nel 2013 ha attaccato gli sviluppatori delle app di messaging Viber e Tango e siti di media quali: Associated Press, Financial Times, The Washington Post e altri ancora. Gli hacker hanno iniziato ad attaccare siti occidentali come ritorsione per “Innocenze of Muslims” (l’Innocenza dei musulmani), un film anti-islamico che ha provocato manifestazioni violente in Medio Oriente.

Lo sviluppo dell’attacco della SEA è stato insolito. Di solito infatti, quando ad essere attaccato è un profilo molto popolare, vengono presi provvedimenti in tempi molto ristretti, ma stavolta gli hacker hanno nel giorno di Capodanno, un giorno in cui probabilmente i gestori dell’account si trovavano in vacanza, e questo ha permesso al tweet di restare raggiungibile per un periodo di tempo abbastanza lungo.

E voi avete notato qualcosa di strano???

Come sempre comunque la dimostrazione che siamo in piazza!

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *