Pensione donne e uomini: tutti i requisiti e i contributi per fare domanda Pensione donne e uomini: tutti i requisiti e i contributi per fare domanda

Pensione donne e uomini: tutti i requisiti e i contributi per fare domanda

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 9 gennaio 2014 Il Conte 1

Pensione donne e uomini: tutti i requisiti e i contributi per fare domanda Anno nuovo questo 2014 in cui tra i tanti cambiamenti arriva anche un... Pensione donne e uomini: tutti i requisiti e i contributi per fare domanda

Pensione donne e uomini: tutti i requisiti e i contributi per fare domanda

Anno nuovo questo 2014 in cui tra i tanti cambiamenti arriva anche un nuovo limite utile riguardo le età di uomini e donne per lasciare il lavoro.

La Legge di Stabilità, stabilisce che i cambiamenti riguardano l’adeguamento al costo della vita per le pensioni superiori a 1.486 euro lordi al mese (3 volte il minimo), un ritorno che non va oltre i 2.973 euro lordi (6 volte il minimo).

Aumenti esigui dato che tra l’altro nel 2013 il tasso d’inflazione è stato relativamente basso.

Inoltre l’adeguamento è pari al

  • 100% per le pensioni fino a 3 volte il minimo,
  • 95% per i trattamenti fra 3 e 4 volte;
  • 75% per gli importi compresi fra 4 e 5 volte;
  • 50% per quelli superiori a 6 volte.

Per quelle d’importo superiore a questo limite si parla di appena 14,70 euro, che il maxiemendamento ha voluto inserire all’ultima ora per timore che annullando la perequazione si rischiava una pronuncia di incostituzionalità.

Pensione donne e uomini tutti i requisiti e i contributi per fare domanda

Le riduzioni, riguardano l’intero assegno e non solo la parte eccedente la soglia garantita. Insieme all’indicizzazione, è tornato anche il contributo di solidarietà sulle cosiddette pensioni d’oro che sarà del 6-12% sugli importi superiori a 6.936 euro lordi al mese (91.251 euro all’anno), riproposto per finanziare un sussidio a favore dei più poveri.

Il contributo è fissato a

  • 6% per la parte di pensione compresa fra 14 e 20 volte il minimo (91.251 – 130.359 euro lordi annui),
  • 12% sugli importi fra 20 e 30 volte il minimo (130.359 – 195.538 euro lordi annui)
  • 18% sulle quote oltre 30 volte.

Per quanto riguarda l’età di pensionamento, quella delle donne si allontana sempre di più: a partire dal 2012 la legge Monti-Fornero ha infatti aumentato l’equiparazione dell’età con gli uomini, che nell’estate 2011 aveva previsto un percorso che doveva iniziare nel 2014 per raggiungere il traguardo nel 2026. Ma non è stato così.

Dal 1 gennaio 2012, l’età delle donne è salita di colpo a 62 anni – soglia alla quale già nel 2013 sono stati aggiunti 3 mesi (per via dell’adeguamento alle cosiddette speranze di vita) e sarà elevata a 63 anni e 9 mesi nel 2014.

Per le lavoratrici autonome (commercianti, artigiane e coltivatrici dirette) lo scalone del 2012 è stato di 3 anni e 6 mesi (l’età da 60 a 63 anni e mezzo).

Limite che nel 2014 salirà a 64 e 9 mesi nel 2014. Se prima della riforma Fornero il trattamento di anzianità per chi non raggiungeva un minimo di 40 anni di contributi si poteva ottenere combinando la famosa quota 96, con età di almeno 60 anni (quota 97 e almeno a 61 anni per gli autonomi), la riforma ha cambiato le carte in tavola pretendendo, già dal 2012, più di 42 anni (un anno in meno per le donne).

Per cui, nel 2012 erano richiesti 42 e 1 mese, nel 2013, quando è scattato l’adeguamento alla speranza di vita, bisognava avere 42 anni e 5 mesi 2013 (41 anni e 5 mesi per le donne), limite elevato di un altro mese nel 2014: 42 anni e mezzo gli uomini e 41 e 6 mesi le donne).

Che ne pensate?

Quanti anni mancano per la vostra pensione?

  • Franco

    9 gennaio 2014 #1 Author

    È’ una vera indecenza, tutte le regole valgono per il popolo e non per i parlamentari e per loro le regole non valgono un tubo, tanto loro continuano ad andare in pensione come prima 5 anni pari ad una legislatura e poi via…….in pensione!!!!!!! Vergogna marcia !!!!!!!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *