Mozilla manda a casa il CEO Omofobo Mozilla manda a casa il CEO Omofobo

Mozilla manda a casa il CEO Omofobo

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 6 aprile 2014 Il Conte 2

Mozilla manda a casa il CEO Omofobo L’amministratore delegato di Mozilla Firefox si è dimesso, o meglio Brendan Eich è stato costretto a rassegnare... Mozilla manda a casa il CEO Omofobo

Mozilla manda a casa il CEO Omofobo

L’amministratore delegato di Mozilla Firefox si è dimesso, o meglio Brendan Eich è stato costretto a rassegnare le dimissioni dopo le polemiche che si sono sollevate sulla sua posizione contraria alle nozze gay.

Brendan Eich, co-fondatore e da meno di un mese nuovo amministratore delegato di Mozilla (società dietro a progetti come il browser Firefox), ha deciso di dimettersi dopo le polemiche per le affermazioni fatte sul tema dei diritti per le coppie gay.

Eich si era però meritato il ruolo di amministratore delegato della società, in quanto perchè è stato co-fondatore di Mozilla, un combattente esperto per il Web libero, inventore di JavaScript e a capo di molti progetti di Mozilla come il siste operativo OS Firefox. La sua promozione a CEO di Mozilla era un passaggio logico, se non per quello che successe nel 2008.

Nel 2008 Eich aveva dato un contributo di mille dollari per sostenere il referendum Proposition 8, un referendum anti-nozze gay in California.

Mozilla manda a casa il CEO Omofobo

Appena Eich è stato nominato CEO di Mozilla, è stato attaccato da parte di gruppi di attivisti gay, vedendosi anche boicottare il suo sito di appuntamenti online OkCupid.

Credo, organizzazione che sostiene il progressivo cambiamento sociale, aveva avviato una petizione firmata da più di 70.000 persone che hanno chiesto ad Eich di esprimere il suo sostegno ai diritti del matrimonio gay o di dimettersi dal nuovo ruolo in Mozilla. La decisione presa da Eich, e dopo le sue dimissioni Credo ha pubblicato una nota in cui incoraggia l’uso del browser Mozilla Firefox:

Credo ha rilasciato “Se non stai già utilizzando Firefox, passate all’unico browser che supporta l’uguaglianza per tutti sotto la legge, la neutralità della rete e la fine dello spionaggio dalla NSA. Mozilla è un’organizzazione non-profit che lotta per mantenere il Web aperto e libero per tutti noi . Hanno messo le persone al di sopra dei profitti, e combattono per le decisioni dell’utente e per la privacy”.

Il manager, in un’intervista al New York Times, si è difeso dicendo che questo è il suo punto di vista ed è in grado di saper dividere le idee personali da quelle lavorative.

Ma la società sembra non essere d’accordo e la presidente Mitchell Baker in una nota di scuse pubblicata sul sito ufficiale:

“Mozilla crede nell’uguaglianza e nella libertà di parola. Non ci siamo comportati come ci si attendeva che si comportasse Mozilla e non siamo stati abbastanza rapidi nel discutere con efficacia la questione, una volta che la controversia si era manifestata. Chiediamo scusa, dobbiamo far meglio”.

Da pochi giorni era stata lanciata una campagna contro Eich sul sito di appuntamenti americano OkCupid.com che aveva chiesto di boicottare Mozilla a causa della posizione del manager.

  • gianpy1992

    7 aprile 2014 #1 Author

    poverino cacciato SOLO perchè era contro una cosa ingiusta il matrimonio gay. Mentre i matrimoni DEVONO essere fra uomo e donna e non fra uomo e uomo o donna e donna.

  • lucas

    7 aprile 2014 #2 Author

    Il limite è stato abbondantemente oltrepassato. Questa è ETEROFOBIA,questa è vera discriminazione, è dittatura del pensiero unico. Avere un’ opinione condivisa dalla quasi totalità del genere umano ma diversa da quella che si vorrebbe imporre è reato? Sarei proprio curioso di sapere chi sarà il prossimo a.d. Scommetto qualcuno vicino alle lobby. Spero le istituzioni prendano seri provvedimenti contro questi fenomeni.
    P.s. Lobby=centro di potere votato a notevoli interessi economici che prescinde dai presunti diritti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *