Marijuana consegna rapida a domicilio: ecco l’app solo a uso terapeutico Marijuana consegna rapida a domicilio: ecco l’app solo a uso terapeutico

Marijuana consegna rapida a domicilio: ecco l’app solo a uso terapeutico

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 1 agosto 2014 Il Conte 1

Marijuana consegna rapida a domicilio: ecco l’app solo a uso terapeutico In America, si sta pensando di liberalizzare la marijuana E nelle stesse ore a... Marijuana consegna rapida a domicilio: ecco l’app solo a uso terapeutico

Marijuana consegna rapida a domicilio: ecco l’app solo a uso terapeutico

In America, si sta pensando di liberalizzare la marijuana

E nelle stesse ore a San Francisco è stata presentata un’applicazione che permetterà la consegna rapida e a domicilio della marijuana per scopi medici, un servizio, che già in alcune città del West Coast esiste ma che Eaze – questo il nome della società – punta a rendere efficiente e con un vero e proprio di business, puntando a diventare la «Uber della “maria”».

Un’applicazione alla quale potranno accedere i malati opportunemente registrati e i distributori farmaceutici e in più ci sono già pronti molti autisti pronti per andare ad effettuare le consegne a domicilio. Una dose di 3,5 grammi avrà un costo di circa 50 dollari.

Marijuana consegna rapida a domicilio: ecco l'app solo a uso terapeutico

Il sistema si basa su una app cui hanno accesso i malati registrati e i distributori farmaceutici: in mezzo c’è una dozzina di autisti pronti ad andare a prendere i pacchetti – una dose standard è pari a 3,5 grammi per un costo di 50 dollari – e consegnarli ai pazienti, spesso in condizioni di non potersi muovere. La consegna è gratuita per i pazienti, mentre il compenso per Eaze – pari a 10 dollari a consegna – è a carico dei distributori, che in cambio guadgnano in efficienza e in aumento del business. Il servizio sarà attivo dalle 8 del mattino fino a mezzanotte. Gli autisti stessi sono pazienti con accesso alla marijuana per scopi medici e quindi legalmente ammessi al trasporto dei pacchetti. Che saranno pagati rigorosamente in contanti per evitare i problemi legati alle carte di credito.

«Offriamo la rivoluzione dei servizi on demand per i pazienti di marijuana a uso medico», ha spiegato il fondatore e Ceo di Eaze, Keith McCarty, ex manager di Yammer, social network per aziende acquisito da Microsoft per 1,2 miliardi di dollari. Le sue stock option le ha investite nella nuova startup.

La consegna di marijuana non è una novità: solo a San Francisco ne esistono una dozzina.

Ma, sostiene McCarty, questi servizi sono un po’ come i taxi pubblici, lenti, inefficienti e poco affidabili, mentre Eaze punta su un approccio hi-tech, incentrato su una app per smartphone e di un sito adatto alla mobilità e facile da usare: «Puntiamo ad arrivare a fare le consegne in media in una decina di minuti». Partita a San Francisco, la startup punta a espandersi alla California meridionale. E non esclude che il servizio si allarghi anche alla consegna di marijuana per uso ricreativo, laddove è legale come in Colorado e Washington

Che ne pensate?

  • Cabubi

    3 agosto 2014 #1 Author

    Un bel giro di erba!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *