Istanbul sede dell’Internet Governance Forum qui si decide il futuro e le nuove regole del web Istanbul sede dell’Internet Governance Forum qui si decide il futuro e le nuove regole del web

Istanbul sede dell’Internet Governance Forum qui si decide il futuro e le nuove regole del web

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 3 settembre 2014 Il Conte 0

Istanbul sede dell’ Internet Governance Forum qui si decide il futuro e le nuove regole del web Da ieri 2 settembre e fino a venerdì Istanbul... Istanbul sede dell’Internet Governance Forum qui si decide il futuro e le nuove regole del web

Istanbul sede dell’ Internet Governance Forum qui si decide il futuro e le nuove regole del web

Da ieri 2 settembre e fino a venerdì Istanbul diventa la sede dell’Internet Governance Forum, evento nato per dare una nuova costituzione al web.

Questo l’obiettivo del IX Internet Governance Forum (Igf) nato e orientato a discutere le regole della rete.

Istanbul sede dell'Internet Governance Forum

Moltissimi i temi al centro della discussione promossa dall’agenzia Itu dell’Onu che ha convocato nella capitale turca tra mille e duemila rappresentanti di governi, tecnocrati, società civile, accademici e settore privato (ma la partecipazione virtuale degli attivisti digitali è libera e promossa grazie, appunto, alla rete).

Libertà e limiti, privacy e controllo tra alcuni di quelli più di rilievo.

Tra i temi all’attenzione dell’edizione 2014 le conseguenze dello scandalo Nsa e le vie per la fine dell’egenomia Usa sul Web (gli Stati Uniti, ad esempio, gestiscono tuttora l’attribuzione dei domini attraverso l’Icann e l’Iana). Ma per arrivare a passi decisivi bisognerà trovare l’accordo tra i 5 “Internet stakholders” identificati negli anni precedenti: governi, organizzazioni intergovernative, privati, tecnocrati e società civile.

Si riparte dai diritti faticosamente definiti in otto anni di discussioni, col principio che ogni tutela offline deve essere mantenuta anche online. E quindi libertà di espressione, associazione, accesso, condivisione, creazione e distribuzione di contenuti, privacy, diversità culturali e linguistiche, sicurezza e la stabilità.

“Per continuare a crescere, Internet e il modo in cui è governato devono dimostrare di essere affidabili, resistenti ed equi”: lo ha detto oggi Neelie Kroes, vicepresidente della Commissione europea e responsabile dell’Agenda Digitale, parlando ai partecipanti all’Ifg, aggiungendo che la Conferenza deve “ottenere uno status permanente” e “spostarsi verso il livello di problem solving”.

La vicepresidente ha sollecitato tutti i membri della comunità Igf (governi, ma anche esponenti del mondo dell’industria, organizzazioni non-profit e università) a un “impegno collettivo verso migliori decisioni, trasparenza, inclusività e processi equi”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *