Qual’è il confine tra smartphone e tablet ? Guerra tra i display extralarge Qual’è il confine tra smartphone e tablet ? Guerra tra i display extralarge

Qual’è il confine tra smartphone e tablet ? Guerra tra i display extralarge

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 12 ottobre 2014 Il Conte 0

Qual’è il confine tra smartphone e tablet ? Guerra tra i display extralarge Il confine tra smartphone e tablet è sempre più sottile. Prima... Qual’è il confine tra smartphone e tablet ? Guerra tra i display extralarge

Qual’è il confine tra smartphone e tablet ? Guerra tra i display extralarge

Il confine tra smartphone e tablet è sempre più sottile.

Prima la distinzione era chiara.

L’iPhone come paradigma per la prima categoria, l’iPad per la seconda.
A rompere gli schemi sono stati nel 2010 Dell con lo Streak (5″) e nel dopo Samsung con il Galaxy Note con uno schermo da 5,3 ”

Poi sono arrivati device di ogni dimensione, che hanno cercato di unire la versatilità del tablet alla portabilità dello smartphone.

L’ibrido è diventato anche linguistico, con la parola «phablet», che ha la tristezza di un incrocio malriuscito. Come i primi modelli, grandi e pesanti, che non offrivano veri vantaggi rispetto a uno smartphone, a parte lo schermo maggiorato.

Qual'è il confine tra smartphone e tablet ? Guerra tra i display extralarge

Ma per uno smartphone lo schermo è tutto e avere più spazio a disposizione significa usare più funzioni, più facilmente. In un apparecchio più grosso si può usare una batteria di maggiore potenza: una giornata intera di autonomia è garantita, in parecchi casi si arriva a due. Così la corsa agli schermi più ampi è cresciuta: si stima verranno venduti 175 milioni di apparecchi tra 5,5 e 7 ” quest’anno, più dei pc portatili, e nel 2015 potrebbero superare anche i tablet.

Apple ha lanciato il suo ibrido, l’iPhone 6 Plus, con schermo da 5,5 ” e software ottimizzato anche per l’uso in orizzontale, come un tablet. Prezzo elevato in un mercato dove la competizione è feroce.

Il Samsung Galaxy Note è giunto alla 4 generazione con un’evoluzione costante, che ne ha fatto l’apparecchio simbolo della categoria.

Samsung  punta sul pennino, che diventa uno strumento evoluto di interazione. Eccellente schermo da 5,7 ” con colori brillanti , processore velocissimo, batteria potente, buona fotocamera, scheletro in metallo: così Samsung prova ad allargare il mercato del Note ai più giovani, anche con funzioni pensate a loro oltre che il videogame ad esempio per prendere appunti all’università.

Arriva in Italia l’Ascend Mate 7 di Huawei, in vendita da novembre. Con dimensioni simili al Samsung monta però uno schermo ancora più grande, 6 “; Il trucco sta nel design: avanti c’è solo il display, i tasti sono dietro. Sottile e potente, ha un’interfaccia minimalista e un lettore di impronte digitali per impedire accessi indesiderati. Considerata la costruzione (in metallo), caratteristiche tecniche e batteria superpotente, il rapporto qualità-prezzo è molto buono.

Non troppo costoso è pure il G3 di Lg, che forse si potrebbe ancora definire uno smartphone: è più piccolo e leggero dei concorrenti, ma ha un ottimo display Quad HD da 5,5 pollici. Versatile e veloce la fotocamera, ma anche qui ci vuole qualche tempo per abituarsi ai pulsanti sul retro.

Arriviamo al Lumia 1520 di Nokia (ora Microsoft) ( e la versione economica Lumia 1320) con un display da 6 ” Full Hd: immagini e video sono molto buoni, la camera da 20 Megapixel con obiettivo Zeiss funziona benissimo, peccato che sia difficile da portare in giro, con i suoi 209 grammi di peso e le dimensioni generose. Consigliato per le signore, che possono metterlo in borsa.

Un buon compromesso tra prezzo e prestazioni dovrebbe essere poi il primo ibrido di Google, il Nexus 6, atteso per fine ottobre: sarà prodotto da Motorola e avrà uno schermo da 5,9 ” processore e fotocamera al top.

Rivoluzione schermi.

Display grandi per grandi utenti sempre più esigenti!

 

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *