YouTube scende a compromessi con etichette indipendenti arriva lo streaming musicale YouTube scende a compromessi con etichette indipendenti arriva lo streaming musicale

YouTube scende a compromessi con etichette indipendenti arriva lo streaming musicale

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 13 novembre 2014 Il Conte 0

YouTube scende a compromessi con etichette indipendenti arriva lo streaming musicale YouTube raggiunge un accordo di licenza musicale con le etichette discografiche indipendenti rappresentate... YouTube scende a compromessi con etichette indipendenti arriva lo streaming musicale

YouTube scende a compromessi con etichette indipendenti arriva lo streaming musicale

YouTube raggiunge un accordo di licenza musicale con le etichette discografiche indipendenti rappresentate dall’agenzia Merlin, e getta le basi per il lancio del suo servizio di abbonamento musicale tanto atteso.

Le “persone vicine alla vicenda” hanno detto al Financial Times che l’accordo è stato firmato nei giorni scorsi dopo mesi di trattative in cui YouTube ha minacciato di togliere i video musicali di artisti come Adele e Arctic Monkeys, se le sue richieste non sono fossero soddisfatte.

L’accordo spiana la strada per l’azienda di proprietà di Google di lanciare un servizio di musica a pagamento che sarà in competizione diretta con Spotify, il servizio di streaming svedese, Deezer di origine francese e Beats Musica di Apple.

youtube streaming musicale

“Uno degli ultimi ostacoli significativi per arrivare al mercato è stato rimosso,” ha dichiarato Mark Mulligan, analista musicale per Midia Research.

La notizia giunge a poche ore dall’annuncio di Spotify che il numero di utenti attivi al mese è cresciuto del 25 % a 50 milioni negli ultimi sei mesi.

YouTube, il più grande servizio di video online al mondo, lancerà il suo servizio musicale nel giro di poche settimane, secondo le fonti del FT.

YouTube scende a compromessi arriva lo streaming musicale

Il nuovo servizio consentirà agli utenti che pagano un canone mensile, senza l’interruzione della pubblicità, di

  • ascoltare la musica
  • guardare i video

Altre caratteristiche includerebbero la possibilità di salvare la musica per l’ascolto offline.

Il lancio di un servizio di abbonamento potrebbe trasformare il rapporto tra YouTube e l’industria musicale.

La piattaforma gratuita di video sharing è sempre stata vista soprattutto come un modo per promuovere gli artisti on-line, piuttosto che un servizio commerciale per fare soldi. Se YouTube riesce a convertire un gran numero del suo miliardo di utenti attivi al mese in abbonati paganti, si genererebbe grandi ricavi per l’industria musicale. Midia Research prevede che il servizio farà 500 milioni di dollari di fatturato nel primo anno – un importo significativo per il mercato globale della musica.

YouTube ha già firmato accordi con le tre principali etichette discografiche: Universal, Sony e Warner. Tuttavia, per lanciare un servizio con un catalogo ricco di canzoni aveva bisogno delle licenze di Merlin, che rappresenta 20.000 etichette indipendenti ed è per questo chiamato il “quarto maggiore” colosso discografico.

YouTube è stata in trattative con Merlin a giugno, i colloqui divennero così aggressivi che YouTube ha minacciato di togliere i video degli artisti seguiti dalle etichette discografiche indipendenti che si erano rifiutate di firmare il nuovo contratto. Dopo discussioni dalla comunità creativa, la società non ha proseguito nella sua minaccia. Da allora, YouTube e Merlin hanno trovato un modo per scendere a compromessi.

Le condizioni definitive del loro contratto sono sostanzialmente più favorevoli per Merlin, dice il Financial Times.

I dettagli del contratto rimangono segreti.

Da quando è stata acquisita da Google nel 2006 YouTube ha pagato più di 1 miliardo di dollari all’industria della musica attraverso accordi di licenza che permettono ai titolari dei diritti di prendere una quota dei ricavi pubblicitari. Tale cifra è piccola rispetto ai ricavi dell’industria musicale fatti dai download e dagli abbonamenti ai servizi come Spotify, con quest’ultima che ha detto di aver pagato più di 2 miliardi di dollari fino ad oggi, a fronte di ‘soli’ 12,5 milioni di abbonati paganti.

Che ne dite?

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *