Aruba strappa il dominio .cloud: duro colpo per Amazon, Google e Symantec Aruba strappa il dominio .cloud: duro colpo per Amazon, Google e Symantec

Aruba strappa il dominio .cloud: duro colpo per Amazon, Google e Symantec

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 14 novembre 2014 Il Conte 0

Aruba strappa il dominio .cloud: duro colpo per Amazon, Google e Symantec Aruba spa, leader nei servizi di web hosting, pec e registrazione domini... Aruba strappa il dominio .cloud: duro colpo per Amazon, Google e Symantec

Aruba strappa il dominio .cloud: duro colpo per Amazon, Google e Symantec

Aruba spa, leader nei servizi di web hosting, pec e registrazione domini (e dal 2011 cloud provider europeo) festeggia.

Cosa?

Adesso lo scopriamo insieme.

Aruba spa dopo 2 anni di lunghe battaglie si è aggiudicata il dominio .cloud.

Aruba spa , società aretina, fondata nel 1994 e con un fatturato di circa 100 milioni di euro, ha così superato competitors come Google, Symantec ed Amazon (che tutte insieme hanno un market cap di oltre 500 miliardi di dollari).

Aruba ha così battuto Amazon, Google e Symantec all’asta per l’assegnazione dell’estensione di dominio .cloud.

L’azienda Italia ha battuto alcuni dei più grandi colossi dell’high tech per l’assegnazione di una delle più ambite nuove estensioni di dominio, molto richiesta da più soggetti grazie all’enorme successo che stanno riscuotendo i servizi cloud.

Adesso sarete curiosi quanto noi di sapere il prezzo di acquisizione.

Non la si conosce.  Bocche cucite sul prezzo che Aruba dovrà pagare per l’assegnazione dell’estensione .cloud ma è chiaro immaginare che la vittoria contro i mostri sacri dell’high tech mondiale non sia stata economica.

Infatti la società non si sbilancia.

Aruba strappa il dominio .cloud: duro colpo per Amazon, Google e Symantec

Aruba strappa il dominio .cloud: duro colpo per Amazon, Google e Symantec

I rumors di fonti americane sottolineano che .cloud sarebbe stato acquisito per un importo a doppia cifra, almeno 10 milioni di dollari.

«Siamo orgogliosi di esserci aggiudicati questo dominio di rilevanza globale – ha commentato Stefano Cecconi, Ad di Aruba – e di essere diventati “registro ufficiale” per la registrazione di chi vorrà avvalersi del nuovo dominio».

Se altri operatori o soggetti vorranno avvalersi del .cloud, dovranno infatti pagare un fee annuale.

Stefano Cecconi, Ad di Aruba  ha sottolineato «In un primo momento accetteremo le domande dei marchi registrati (gli operatori di cloud computing) per cui le tariffe di mercato sono attorno ai 100-120 dollari l’anno per nome registrato. Importo da moltiplicare p0er il numero dei clienti registrati. Dopo, garantiremo un accesso generalizzato, oggi tra 10-30 dollari l’anno a singolo nome».

Il tutto sarà operativo dal 2015.

«Le possibilità di business aperte dai nuovi top level domain – ha spiegato l’avvocato Gabriel Cuonzo (Studio Trevisan & Cuonzo) sono molteplici, perchè permettono la creazione di domini internet customizzati. Una sfida per le imprese, per essere sempre piùriconoscibili in rete».

Ora con l’acquisizione dell’estensione .cloud, Aruba potrà affermare al meglio la propria cloud identity, espandendo i suoi servizi sulla nuvola a livello mondiale con l’obbiettivo di diventare, grazie alla sua attuale piattaforma cloud proprietaria di grande successo, uno dei maggiori player del settore.

Che ne dite?

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *