Corte d’Appello Usa conferma le accuse ad Apple sugli e-book Corte d’Appello Usa conferma le accuse ad Apple sugli e-book

Corte d’Appello Usa conferma le accuse ad Apple sugli e-book

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 1 luglio 2015 redazione 1

Apple stavolta non ce l’ha fatta ad aggirare le accuse e a sfuggire alle sue responsabilità: il colosso di Cupertino ha violato le leggi... Corte d’Appello Usa conferma le accuse ad Apple sugli e-book

Corte d’Appello Usa conferma le accuse ad Apple sugli e-book

Apple stavolta non ce l’ha fatta ad aggirare le accuse e a sfuggire alle sue responsabilità: il colosso di Cupertino ha violato le leggi antitrust creando un cartello con gli editori per aumentare i prezzi degli ebook quando, nel 2010, è entrata nel mercato dominato da Amazon.com.

Già nel 2013 il giudice distrettuale Denise Cote aveva stabilito che Apple era colpevole di aver violato le norme antitrust giocando un ruolo centrale nel facilitare un aumento dei prezzi degli ebook, creando un cartello in modo da spingere Amazon, leader di mercato degli ebook, a rivedere il proprio modello di business, ma Apple si era subito ribellata alla sentenza e aveva presentato ricorso.

La Corte d’Appello ha quindi riesaminato quella sentenza, e purtroppo per Apple, l’ha definita “legittima e coerente”.

Ma c’è di più. La stessa Corte ha dato mandato al giudice distrettuale Denise Cote per procedere a un provvedimento ingiuntivo che garantisca che il colosso di Cupertino non abbia violato altre norme a tutela della concorrenza.

Apple al momento non ha rilasciato dichiarazioni ma ha fatto sapere che un commento ufficiale dai vertici alla sentenza arriverà presto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *