Cybercrime sempre più comune in Italia Cybercrime sempre più comune in Italia

Cybercrime sempre più comune in Italia

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 10 febbraio 2016 redazione 0

Il crimine non conosce momenti di pausa, né tanto meno crisi. Un discorso che vale soprattutto quando parliamo del cybercrime e degli attacchi informatici,... Cybercrime sempre più comune in Italia

Il crimine non conosce momenti di pausa, né tanto meno crisi. Un discorso che vale soprattutto quando parliamo del cybercrime e degli attacchi informatici, che ogni anno causano danni per milioni di euro alle aziende di tutto il mondo, comprese quelle italiane che, negli ultimi mesi, stanno affrontando una vera e propria escalation di violazioni informatiche. Questo è quanto emerso dallo studio condotto dal Security Summit 2016, che proporrà a Milano dal 15 al 17 marzo una conferenza su come difendersi dai metodi di cybercrime più diffusi sulla rete.

I risultati del Rapporto Clusit 2016

Un momento di divulgazione ma, soprattutto, un’occasione per sensibilizzare le aziende italiane sulla pericolosità del cybercrimine e sul potenziale devastante dei numerosi hacker che popolano la rete del web: questo sarà lo scopo del Security Summer di Milano, che baserà le sue giornate di workshop sui dati raccolti dal Rapporto Clusit 2016 sulla sicurezza informatica in Italia. Stando al rapporto, infatti, il cyber-terrorismo è in costante aumento in Italia: come rilevato dalle indagini di oltre 100 professionisti specializzati, gli attacchi informatici alle aziende italiane sono aumentati del 30% rispetto al 2015. Parliamo di numeri preoccupanti, che necessitano un’immediata reazione da parte di chi si occupa di sicurezza informatica.

Il nemico numero uno? Il Ransomware

Come evidenziato dal Rapporto Clusit, che fra le altre cose ha analizzato anche le prospettive del cybercrime nei mesi a venire, le aziende dovranno difendere il proprio patrimonio informatico dal crypto-ransomware: un malware in grado di infettare i computer e di criptare tutti i documenti presenti sugli hard-disk, rendendoli utilizzabili solo dopo il pagamento di un vero e proprio riscatto da parte dell’utente. Si tratta di un software devastante, in quanto in grado di colpire non solo gli utenti normali, ma anche le banche dati delle aziende più grandi e importanti. Questa forma di estorsione digitale ha conosciuto una preoccupante diffusione nel 2015, durante il quale tali attacchi sono addirittura quintuplicati: pur rappresentando ancora un pericolo di nicchia (solo solo il 3% degli attacchi informatici globali), i crypto-ransomware potrebbero diventare la minaccia del futuro. Anche in Italia.

La situazione in Italia

L’Italia, infatti, si trova particolarmente esposta ad attacchi informatici di qualsiasi genere, e negli ultimi 2 anni il tasso di cyber-crimini è aumentato in modo preoccupante. Stando ai dati del Crime Survey, un’azienda su quattro dichiara di aver subito attacchi di cybercrime registrando alle volte danni da milioni di euro.

 

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *