Servizio clienti sui social, un meccanismo che ancora non funziona Servizio clienti sui social, un meccanismo che ancora non funziona

Servizio clienti sui social, un meccanismo che ancora non funziona

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 24 maggio 2016 redazione 0

Benvenuti nell’epoca dei Social Network e del digitale, sempre che non siate clienti di certe compagnie o aziende che, in barba ai tempi, hanno... Servizio clienti sui social, un meccanismo che ancora non funziona

Benvenuti nell’epoca dei Social Network e del digitale, sempre che non siate clienti di certe compagnie o aziende che, in barba ai tempi, hanno deciso di rimanere ancorate a sistemi di comunicazione e di promozione giurassici. Un esempio che calza a pennello soprattutto per quanto riguarda le imprese che, ancora oggi, preferiscono basare la loro assistenza clienti sugli antidiluviani call center.

Riprova, sarai più fortunato

Quanti di voi avranno perso intere ore della propria giornata a provare e riprovare a chiamare i numeri di un call center? Per poi sentirsi rispondere, dopo 50 minuti di attesa, da una irritante vocina automatica che le linee erano occupate, o che non c’erano operatori disponibili? Si tratta di una complicazione che le aziende: parliamo dell’anti-comunicazione per eccellenza, in un momento storico in cui la comunicazione diretta fra azienda e cliente dovrebbe essere la priorità: soprattutto per fidelizzare il consumatore, per avvicinarlo ad un brand e per occupare stabilmente i suoi pensieri di acquisto.

Difficoltà nel reperire il numero del call center?

Se i call center troppo spesso ci bombardano di telefonate, anche negli orari più fastidiosi, per proporci offerte commerciali di ogni tipo, quando siamo noi a voler parlare con loro il processo diventa molto più difficile: all’improvviso, sembra che dall’altro lato siano spariti tutti, come per magia. Anche i numeri di telefono sono spesso difficili da trovare e proprio per questo hanno preso sempre più spesso piede alcuni servizi dedicati proprio a questa funzionalità: uno dei casi più noti è quello del sito iltrovanumeri.it, che permette proprio di ottenere immediatamente il numero telefonico dell’azienda ricercata pagando un piccolo costo aggiuntivo.

Una soluzione ideale per sviare tutte le modalità dispersive che talvolta propongono le aziende alle volte anche molto famose, e che comunque stanno conoscendo le sanzioni inflitte dall’Agcom, come nel caso della TIM.

Record di multe per Telecom Italia

L’Agcom (Autorità per la garanzia nelle telecomunicazioni) ha infatti comminato alla Telecom l’ennesima multa (stavolta di 360.000 euro) dovuta ad un sistema di telecomunicazione automatico che fa acqua da tutte le parti, e che non permette di parlare con un operatore nel caso in cui si abbiano disservizi, disdette o lamentele da fare, costringendo l’utente a passare per le email e i fax.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *