Android, la falla di Linux ha colpito l’80% dei dispositivi Android, la falla di Linux ha colpito l’80% dei dispositivi

Android, la falla di Linux ha colpito l’80% dei dispositivi

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 17 agosto 2016 redazione 0

La parola d’ordine è ancora una volta privacy e ancora una volta non ci sono affatto buone notizie: nonostante tutti gli sforzi profusi dai... Android, la falla di Linux ha colpito l’80% dei dispositivi

Android, la falla di Linux ha colpito l’80% dei dispositivi

La parola d’ordine è ancora una volta privacy e ancora una volta non ci sono affatto buone notizie: nonostante tutti gli sforzi profusi dai più grandi colossi tecnologici per tutelare i nostri dati sensibili, i dispositivi mobili connessi alla rete sono sempre più vulnerabili ed esposti a pericoli ed attacchi di ogni sorta.

Se qualche giorno fa si è scoperto un bug di sicurezza nell’implementazione dello stack TCP all’interno del kernel Linux, in queste ore si è saputo che l’80%  dei dispositivi Android, a partire dalla versione 4.4 KitKat fino alla release 7.0 Nougat (quest’ultima non ancora distribuita in via ufficiale) soffre della stessa vulnerabilità.

Lo afferma Lookout, società specializzata in sicurezza informatica: Android si basa infatti su un «nucleo» di codice di Linux e quello colpito dalla falla è utilizzato in tutte le ultime versioni del software di Google, dalla 4.4 «KitKat» in poi, spiegano i ricercatori.

Google, interpellato da Ars Technica, ha detto che sta lavorando a una soluzione ma intanto si stima che e circa 1,4 miliardi di dispositivi siano a rischio.

Sfruttando questa falla di sicurezza gli hacker sarebbero in grado di violare la navigazione online degli utenti e in particolare di spiare nel traffico Internet non criptato.

Si tratta di una falla che difficilmente può essere utilizzata per attacchi di massa, precisa Lookout, ma è più pericolosa per cyber-aggressioni mirate.

Sia Google sia i manutentori del kernel Linux sono a conoscenza della vulnerabilità e hanno provveduto a correggerla per cui è logico aspettarsi che l’opportuna patch sarà inclusa nel prossimo pacchetto di aggiornamento rilasciato da Big G nel mese di settembre.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *