Come scegliere un buon navigatore Come scegliere un buon navigatore

Come scegliere un buon navigatore

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 23 agosto 2016 redazione 0

Naso incollato alla vetrina, preferibilmente virtuale, alla ricerca di un navigatore: c’è l’imbarazzo della scelta! Ma sarà equipaggiato con tutto quello che serve ad... Come scegliere un buon navigatore

Naso incollato alla vetrina, preferibilmente virtuale, alla ricerca di un navigatore: c’è l’imbarazzo della scelta! Ma sarà equipaggiato con tutto quello che serve ad evitare gli inconvenienti di un viaggio in auto? E cosa serve esattamente perché sia accessoriato in maniera soddisfacente? Insomma come si sceglie un buon navigatore?

Caratteristiche essenziali di un buon navigatore

Il display sicuramente è la prima cosa da considerare. In auto infatti, per quanto possa essere piazzato comodamente sul vetro anteriore o sulla plancia, bisogna staccare gli occhi dalla strada per guardarlo e più è breve questo intervallo meglio è, per ragioni che è superfluo elencare. Certo quelli più grandi, come quelli da 7”, occupano più spazio ma va a favore della vostra sicurezza. Le mappe stradali sono un altro aspetto importante da considerare. In generale un buon navigatore includerà le mappe dei principali paesi europei, nel caso in cui si necessitino le mappe di un paese extraeuropeo sarà possibile scaricarle collegando il navigatore a internet. Un altro aspetto importante da considerare nell’acquistare un buon navigatore è la durata della batteria, la cui autonomia ci permette di avere molta libertà nel posizionarlo in auto. Ancora i vari optional, che a volte tanto optional non sono, come l’avviso di presenza degli autovelox o come i comandi vocali per non doversi fermare ogni volta che si debba reimpostare la navigazione o si cerchi un distributore di carburante, o come il collegamento radio, o TMC, per avere le informazioni sul traffico in tempo reale.

App per smartphone o navigatore specifico?

È certamente una questione personale, oltre che di gusti, scegliere l’uno piuttosto che l’altro per la navigazione in auto. Però che un dispositivo, appositamente dedicato all’auto, sia più adatto di uno smartphone tuttofare è innegabile. Guardiamo le caratteristiche più interessanti.

Qualora scegliessimo un dispositivo navigatore beneficeremo di vantaggi quali uno schermo più leggibile perché antiriflesso, la sua semplicità d’uso grazie ai loro menù intuitivi, un ricalcolo molto rapido del percorso e nessun costo aggiuntivo di roaming in caso di viaggi all’estero. Se invece si decide di usare uno smartphone al posto del navigatore, magari con un’applicazione dedicata alla navigazione satellitare, avremmo dei vantaggi in termini di comodità, poiché avremmo più funzioni, dalle chiamate alla navigazione, disponibili in un unico dispositivo. Tuttavia, c’è da fare i conti anche con il consumo della batteria: con la funzione di navigazione attiva diventa spesso indispensabile tenere il cellulare sotto carica utilizzando la presa accendisigari.

Qualunque sia la vostra scelta, se scaricare un’applicazione o comprare un dispositivo affidatevi alle marche migliori, che forniscano i dati più affidabili e che abbiano quanti più optional possibili, come la segnalazione del traffico o la presenza di autovelox; in questo senso la scelta ideale potrebbe essere il Navigatore Coyote, che offre entrambe queste soluzioni.

Optional per i modelli più avanzati

A parte quelli già elencati, un navigatore più accessoriato avrà numerose altre funzioni, eccone alcune. In primo luogo è collegabile col bluetooth allo smartphone, permettendo al guidatore di effettuare chiamate in vivavoce durante la navigazione. Ha inoltre un touchscreen capacitivo, più chiaro e luminoso, sensibile al multitouch, che non necessita di particolare pressione con le dita. I migliori navigatori inoltre funzionano come se fossero dei social, poiché tramite le segnalazioni degli altri guidatori consentono di ricevere informazioni sull’andamento stradale. Infine, tra le performance dei comandi vocali, interessanti sono le funzioni di riconoscimento vocale e il text to speech che ti permettono di “parlare” col navigatore, chiedendogli per nome di trovare strade e di attivare altre funzioni.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *