Google, i concorrenti si fanno sempre più agguerriti e denunciano Google, i concorrenti si fanno sempre più agguerriti e denunciano

Google, i concorrenti si fanno sempre più agguerriti e denunciano

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 10 marzo 2017 redazione 0

Mentre Google si preoccupa di aggiornare lo stato di distribuzione di Android, con Android Nougat che ha più che raddoppiato la propria quota di... Google, i concorrenti si fanno sempre più agguerriti e denunciano

Mentre Google si preoccupa di aggiornare lo stato di distribuzione di Android, con Android Nougat che ha più che raddoppiato la propria quota di mercato nel mese di Marzo 2017 dal mese precedente, salendo dall’1.2% al 2.8%, i suoi concorrenti sono nuovamente sul piede di guerra, in Europa ma non solo.

In primis, i concorrenti di Google, riuniti sotto la sigla ‘Open Internet Project’, hanno presentato oggi un nuovo ricorso alla Commissione europea contro il colosso del web che – accusano – ha imposto una serie di restrizioni ai produttori dei telefoni Android, con l’obiettivo di limitare la concorrenza.

“Google, in violazione delle regole Ue sulla concorrenza, ha di nuovo abusato della sua posizione dominante imponendo restrizioni ai produttori di apparecchi Android e agli operatori di telefonia mobile, con lo scopo di preservare e rafforzare la sua posizione dominate nel campo delle ricerche su internet”, si legge nel comunica ufficiale.

Ma non è tutto: il governo turco ha infatti avviato un’ indagine che vede coinvolta Google. I suoi servizi potrebbero aver ostacolato i concorrenti violando le regole dell’antitrust.

L’indagine è scaturita per effetto di una denuncia risalente allo scorso anno depositata da Yandex, principale motore di ricerca russo, seconda la quale i produttori di smartphone sarebbero obbligati ad usare servizi Google per poter utilizzare l’ultima versione di Android. L’Autorità Turca per la Concorrenza inizialmente (dicembre 2015) aveva preferito non aprire un’indagine limitandosi a richiedere a Google di bloccare la richiesta di pre-caricamento dei suoi servizi ai produttori.

In queste ore, invece, l’authority ha effettivamente riconosciuto che Google starebbe utilizzando Android per promuovere i suoi servizi digitali violando le regole statali sulla concorrenza puntando il dito contro Google, Google International e la sua sussidiaria turca Google Reklamc?l?k ve Pazarlama.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *