Auto a guida autonoma: stavolta è Google vs Uber Auto a guida autonoma: stavolta è Google vs Uber

Auto a guida autonoma: stavolta è Google vs Uber

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 13 marzo 2017 redazione 0

Finalmente il via libera è arrivato e Uber può spingere sulle auto senza conducente: il Dipartimento dei trasporti della California ha dato infatti il permesso alla... Auto a guida autonoma: stavolta è Google vs Uber

Finalmente il via libera è arrivato e Uber può spingere sulle auto senza conducente: il Dipartimento dei trasporti della California ha dato infatti il permesso alla società di testarle su strada.

A due condizioni, però: la prima è quella di non trasportare passeggeri nel corso dei test, la seconda è che sia sempre presente nelle auto un autista in carne e ossa per eventuali emergenze.

Il permesso arriva a seguito di una diatriba che va avanti da mesi, da quando Uber in dicembre ha lanciato il programma pilota di auto senza guidatore a San Francisco.

Eppure, a sorpresa, proprio ora che ha ottenuto le necessarie autorizzazioni, arrivano i problemi più grossi per Uber: Waymo, la divisione di auto autonome di Google, ha chiesto infatti alla giustizia americana di fermare gli sforzi di Uber per lo sviluppo di auto senza guidatore perché’ basati su ”segreti di design rubati”.

La richiesta segue l’azione legale delle scorse settimane contro Anthony Levandowski, ex manager di Google, accusato di aver scaricato 14.000 documenti prima di lasciare il suo incarico lo scorso anno per creare una sua società, Otto. L’azienda è stata successivamente acquistata da Uber.

Le accuse, pesantissime sebbene tutte da dimostrare, potrebbero costare caro a Uber e per questo il processo che potrebbe nascere rischia di trasformarsi in una battaglia all’ultimo sangue tra i due colossi dell’informatica.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *