Google ha deciso di incrementare gli investimenti nel Cloud Google ha deciso di incrementare gli investimenti nel Cloud

Google ha deciso di incrementare gli investimenti nel Cloud

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 14 marzo 2017 redazione 0

Il futuro della tecnologia è senza dubbio nell’intelligenza artificiale, ma anche nel cosiddetto Cloud, la “nuvola” su cui tantissimi colossi nel mondo stanno investendo,... Google ha deciso di incrementare gli investimenti nel Cloud

Il futuro della tecnologia è senza dubbio nell’intelligenza artificiale, ma anche nel cosiddetto Cloud, la “nuvola” su cui tantissimi colossi nel mondo stanno investendo, Google in primis.

Durante il Google Cloud Next ’17 l’azienda di Mountain View ha infatti annunciato numeri e nuove partnership che confermano come la volontà sia quella di recitare un ruolo da protagonista nel mercato della “nuvola”.

Eric Schmidt, Chairman di Alphabet, ha annunciato che sono 30 i miliardi di dollari investiti da Google negli ultimi tre anni in Google Cloud. Poi le partnership: quella siglata con SAP, per sviluppare soluzioni tecnologiche per le aziende. E poi i nuovi clienti: HSBC, Verizon, eBay, Colgate, Lush, Home Depot.

Del resto, sul cloud le aziende archiviano e accedono a grandi quantità di dati, enormi capacità di elaborazione e una grandissima varietà di applicazioni e servizi. Si affidano sempre più al machine learning e all’intelligenza artificiale per creare prodotti nuovi e gestire i processi. Automobili connesse, applicazioni e apparecchiature industriali cresceranno su questa tecnologia, e così faranno computer e software. Il mondo dell’informazione e dell’educazione stanno già utilizzando a proprio vantaggio questi strumenti.

Se consideriamo poi la possibilità di poter disporre di una potenza di calcolo pressoché illimitata e accessibile da ogni punto del pianeta, le potenzialità del machine learning e dell’intelligenza artificiale per creare prodotti nuovi e gestire i processi, diventa facile comprendere come quella del cloud computing rappresenti una delle trasformazioni che sta profondamente ridisegnando su scala globale lo scenario economico, imprenditoriale e, a cascata, sociale e relazionale.

Google Cloud ha poi annunciato l’integrazione all’interno della piattaforma di Kaggle, la comunità di scienziati che si occupano di machine learning.

Infine, Big G ha svelato la sua nuova interfaccia di programmazione Google Cloud Video Intelligence API che tramite il deep learning è in grado di riconoscere e classificare non solo i soggetti (animati e non) ma anche i contesti e le azioni presenti nei video.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *