Android, venduti smartphone con malware preinstallati Android, venduti smartphone con malware preinstallati

Android, venduti smartphone con malware preinstallati

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 16 marzo 2017 redazione 0

L’allarme è stato lanciato da Check Point Security, azienda specializzata nella sicurezza informatica che ha realizzato un’indagine su larga scala relativa ai dispositivi mobili, e non è... Android, venduti smartphone con malware preinstallati

L’allarme è stato lanciato da Check Point Security, azienda specializzata nella sicurezza informatica che ha realizzato un’indagine su larga scala relativa ai dispositivi mobili, e non è certo da sottovalutare: ben 36 smartphone Android, appartenenti ad alcuni tra i maggiori produttori, contengono malware preinstallati.

Il malware inserito in questi device spazia da semplici adnet agli information stealers, passando per i ben più pericolosi ransomware.

I primi mostrano pubblicità “illegittima”, grazie alla quale i suoi ideatori generano profitti; i secondi rubano le informazioni conservate sul dispositivo ed infine i terzi criptano i file salvati sul device, richiedendo il pagamento di un riscatto per lo sblocco.

Samsung, LG ed Asus sono solo alcune delle aziende colpite da questo fenomeno. Spiccano i Samsung Galaxy Note2-5 e Note Edge, Galaxy S4, S7, A5 e Galaxy Tab S2, LG G4, Xiaomi Mi 4i e Redmi, Asus Zenfone 2 e Lenovo S90 e A850.

E’ chiaro che in questo caso gli utenti possono fare ben poco, dal momento che si tratta di malware preinstallati ed appartenenti ad una grossa società di telecomunicazioni, ma i ricercatori invitano lo stesso le persone ad installare software come Mbam per effettuare le scansioni e rimuoverli.

Check Point Security ha sottolineato con decisione la pericolosità di questi software per tutti gli utenti, anche quelli più security-oriented, in quanto i dispositivi arrivavano agli utenti già compromessi ed era dunque impossibile per un utente scovare l’infezione.

Un caso che inevitabilmente rilancia il tema della sicurezza in ambito Android, una criticità più volte messa in evidenza nella creatura di Google.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *