Rete 5G, anche in Italia parte la sperimentazione Rete 5G, anche in Italia parte la sperimentazione

Rete 5G, anche in Italia parte la sperimentazione

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 20 marzo 2017 redazione 0

Nonostante i recenti dati diffusi dagli esperti del settore mostrino come molte zone della nostra penisola non abbiano ancora una rete internet efficiente e... Rete 5G, anche in Italia parte la sperimentazione

Nonostante i recenti dati diffusi dagli esperti del settore mostrino come molte zone della nostra penisola non abbiano ancora una rete internet efficiente e veloce, secondo gli standard comunitari, con pochissime città che possono fruire della fibra ottica per i collegamenti, la sperimentazione va avanti, e proprio in questi giorni, in cinque città, è partita la sperimentazione per la rete 5G.

Il 5G Italia diventa quindi realtà: lo ha comunicato il Ministero dello Sviluppo economico che, attraverso il proprio portale istituzionale, ha diramato nella giornata di giovedì 16 marzo 2017 una nota con la quale si informa che è ufficialmente partito il processo di sperimentazione del 5G in Italia.

Il 5G non è semplicemente un’evoluzione del 4G, ma è una piattaforma che apre nuove opportunità di sviluppo. Si tratta di una tecnologia abilitante per servizi innovativi che cambieranno profondamente, ad esempio, il modo di vivere e di spostarsi dei cittadini o il modo stesso di produrre da parte delle imprese. E’ una tecnologia in forte discontinuità con il passato sia per quanto riguarda la velocità che il tempo di latenza; ha potenzialità enormi sul fronte dei servizi che potranno essere sviluppati e sarà volano di crescita per il nostro sistema produttivo.

Al momento la sperimentazione interesserà soltanto cinque città: Matera, Bari, L’Aquila, Prato e l’area metropolitana di Milano.

La scelta delle città è dipesa da criteri inerenti alla distribuzione geografica e alla capillarità di connettività ultraveloce ma nel caso di Matera e L’Aquila le motivazioni affondano le proprie radici in ragioni diverse. Matera sarà capitale europea 2019 mentre L’Aquila è stata coinvolta per via dei processi di ricostruzione post sisma.

La sperimentazione – spiega il Sole 24 ore – sarà di tipo pre-commerciale e nell’ultimo anno (il 2020) sarà possibile fornire il servizio solo fino all’1% della popolazione residente sull’area interessata con l’obbligo di comunicare la natura sperimentale del servizio agli utenti, previa informativa al Ministero dello Sviluppo economico.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *