Google, aumentano esponenzialmente i siti hackerati Google, aumentano esponenzialmente i siti hackerati

Google, aumentano esponenzialmente i siti hackerati

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 23 marzo 2017 redazione 0

Sempre più spesso siamo vittime di attacchi ai nostri dispositivi mobili, e i numeri appena diffusi da Google confermano che la costante insicurezza che... Google, aumentano esponenzialmente i siti hackerati

Sempre più spesso siamo vittime di attacchi ai nostri dispositivi mobili, e i numeri appena diffusi da Google confermano che la costante insicurezza che proviamo in questo ambito non è affatto una paura infondata.

Google ha infatti dipinto un quadro desolante sulla sicurezza informatica, constatando che il numero di pagine web violate è aumentato del 32 per cento tra il 2015 e il 2016 e la tendenza non è destinata a rallentare visto che i cyber-criminali diventano sempre più aggressivi e i domini degli utenti sempre più “vecchi” e meno protetti.

Secondo il rapporto, gli hacker sfruttano principalmente password deboli degli amministratori e mancati aggiornamenti di sicurezza. “Non ci aspettiamo che questa tendenza rallenti. Gli hacker diventano tanto più aggressivi, quanto più siti obsoleti riescono a infettare” afferma Google in un post sul suo blog webmaster.

Google fornisce avvisi quando rileva siti compromessi e afferma che oltre l’80% è stato in grado di ripulire la propria piattaforma. Tuttavia oltre la metà di coloro che gestiscono siti violati non lo sa nemmeno perché i siti non sono stati verificati dal motore di ricerca.

A tal proposito, Google invita tutti i webmaster a registrare i siti gestiti nella Search Console, che è anche il canale principale che Google utilizza per comunicare avvisi sullo stato dei siti web.

Google ha inoltre creato una serie di guide per i siti colpiti da attacchi noti. Avendo notato che i siti spesso vengono colpiti in modi simili quando vengono violati, studiando le somiglianze degli attacchi la società è stata in grado di creare guide per specifici tipi di attacchi noti.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *