Google Earth, disponibile la nuova evoluzione della piattaforma Google Earth, disponibile la nuova evoluzione della piattaforma

Google Earth, disponibile la nuova evoluzione della piattaforma

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 20 aprile 2017 redazione 0

Google Earth è stato considerato per lungo tempo il modo più efficace per “viaggiare” senza scomodarsi troppo, rimanendo seduti di fronte al proprio PC. L’applicazione... Google Earth, disponibile la nuova evoluzione della piattaforma

Google Earth è stato considerato per lungo tempo il modo più efficace per “viaggiare” senza scomodarsi troppo, rimanendo seduti di fronte al proprio PC.

L’applicazione consente di visualizzare varie parti del mondo con una rappresentazione grafica anche in tre dimensioni delle città più importanti, ma negli ultimi mesi ha subito un costate declino, soprattutto per quanto riguarda il numero di utilizzatori.

Google però spera di capovolgere la situazione con la rivoluzione che ha apportato alla sua applicazione a partire dalle scorse ore, ed esattamente dal 18 aprile.

Il nuovo Google Earth è l’evoluzione della piattaforma lanciata inizialmente nel 2001: la novità più importante è quella che la rende accessibile attraverso qualsiasi browser, senza più obbligare l’utente a scaricare e installare un’applicazione o un software stand alone.

Il concetto di fondo naturalmente resta lo stesso, quindi l’affascinante possibilità di esplorare qualsiasi angolo del pianeta senza dover muovere un passo. L’interfaccia però è stata graficamente semplificata, ma arricchita con nuove migliorie ed esperienze inedite. Adesso potete cercare un luogo usando quello che viene definito il linguaggio naturale. Ad esempio per essere teletrasportati a Parigi, potrete semplicemente cercare “capitale della Francia”.

La feature più interessante sono senz’altro i Voyager, viaggi a tema virtuali curati da esperti, su natura e cultura; veri e propri documentari interattivi. Tra questi spicca This Is Home un tour storico alle radici della civiltà umana.

Google ha inoltre introdotto il pulsante “I’m feeling lucky” (“Mi sento fortunato”), proprio come sul motore di ricerca, per richiamare istantaneamente una destinazione casuale con un solo click.

Ancora, premendo il tasto 3D si possono ammirare i modelli tridimensionali degli edifici, così come dei paesaggi, con una definizione che in alcune zone sfiora il fotorealismo.

Nuove anche le Knowledge Cards, schede informative con informazioni su luoghi e monumenti.

La nuova versione di Google Earth è quindi finalmente disponibile al pubblico, dopo oltre due anni di lavoro.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *