WhatsApp continua ad essere l’app più utilizzata dagli italiani WhatsApp continua ad essere l’app più utilizzata dagli italiani

WhatsApp continua ad essere l’app più utilizzata dagli italiani

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 13 luglio 2017 redazione 0

Se ne dica quel che si vuole, ed in barba ai concorrenti che spuntano come funghi, copiando sovente le sue funzionalità e peculiarità, alla... WhatsApp continua ad essere l’app più utilizzata dagli italiani

Se ne dica quel che si vuole, ed in barba ai concorrenti che spuntano come funghi, copiando sovente le sue funzionalità e peculiarità, alla fine non ce n’è per nessuno: l’app di messaggistica istantanea più amata ed utilizzata dagli italiani continua ad essere WhatsApp.

Lo rivela un’indagine di Vincenzo Cosenza nel quale si può osservare come agli italiani piaccia si comunicare con l’app di Zuckerberg ma che Telegram con le sue novità sia cresciuto in modo esponenziale.

WhatsApp è usato da 22 milioni di italiani (mentre a livello mondiale ha 1,2 miliardi di utenti attivi al mese), in crescita del 19% rispetto allo scorso anno. Il servizio si è imposto sul mercato per la sua semplicità di utilizzo, basato su un meccanismo di iscrizione e di avvio immediati.

Di conseguenza la sua base utenti è molto trasversale, dai più giovani ai più anziani, che lo usano in media 11 ore e 30 minuti a testa, ogni mese. Anche se tra gli heavy users, che usano l’app più volte al giorno, il segmento 15-24 è il più sviluppato.

Facebook Messenger (altra app di Zuckerberg) viene invece usato da 15 milioni di italiani (nel mondo da 1,2 miliardi di utenti attivi al mese), con un +25% rispetto al 2016.

Al terzo posto c’è Skype, con 8 milioni di utilizzatori italiani (300 milioni d’utenti nel mondo) e un calo del 16% dei fruitori, mentre in grande crescita è Telegram, che si piazza sorprendentemente al quarto posto. Attualmente utilizzata da 3,5 milioni di italiani è l’app che ha incrementato la sua utenza del 150% rispetto all’anno scorso, probabilmente grazie alla criptatura end-to-end che garantisce segretezza.

A seguire abbiamo Viber, in forte calo (-40%) rispetto al 2016, utilizzato “solo” da 1 milione di italiani (nel mondo, invece, supera i 260 milioni di utenti) per 1 ora e 50 minuti al mese, in particolare da persone con età compresa tra i 25 e i 44 anni.

Vi sono poi WeChat con 280.000 utenti che ne fanno uso e che probabilmente risultano essere effettivamente le comunità cinesi in Italia e Windows Live Messenger che ancora risulta attiva per almeno 150.000 persone per almeno 5 minuti al mese.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *