Google, con Play Project i device Android saranno sempre più sicuri Google, con Play Project i device Android saranno sempre più sicuri

Google, con Play Project i device Android saranno sempre più sicuri

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 28 luglio 2017 redazione 0

Purtroppo, nonostante i grandi sforzi profusi, i numeri parlano chiaro: ogni anno sui dispositivi Android pullulano milioni di virus e malware di ogni sorta,... Google, con Play Project i device Android saranno sempre più sicuri

Purtroppo, nonostante i grandi sforzi profusi, i numeri parlano chiaro: ogni anno sui dispositivi Android pullulano milioni di virus e malware di ogni sorta, dai più innocui fino a quelli capace di bloccare per sempre gli stessi device.

Big G si impegna costantemente nel rendere sicuro il suo ecosistema scansionando oltre 50 miliardi di app al giorno, ma ora ha reso disponibile un nuovo strumento per proteggere il proprio terminale.

Presentato nel mese di maggio in occasione dell’evento I/O 2017dedicato agli sviluppatori, Google Play Protect in questi giorni ha fatto il suo debutto ufficiale. Si tratta di uno strumento, come si può intuire già dal nome, dedicato alla sicurezza dei dispositivi Android, profondamente integrato nel sistema operativo e in grado di effettuare una scansione automatica delle applicazioni installate alla ricerca di potenziali minacce.

“Se stai controllando l’email per il lavoro, giocando a Pokémon Go con i tuoi figli o guardando il tuo film preferito, la fiducia nella sicurezza del tuo dispositivo e dei dati è importante” ha spiegato Google. “E sin dal primo giorno, Android è stato costruito con la sicurezza in mente. Mentre siamo cresciuti, i nostri servizi di sicurezza sono cresciuti, e proteggono costantemente i 2 miliardi di dispositivi Android attivi a livello mondiale”.

Il monitoraggio non riguarda solo le app scaricate da Google Play ma anche quelle installate tramite file APK e store non ufficiali, che si dà il caso siano le più pericolose. Nel caso in cui ci siano prove di una potenziale minaccia, Google Play Protect provvede a disinstallare o disattivare l’app infetta e fornisce informazioni chiare e precise su come proteggersi dai virus. Il servizio consente anche di effettuare una scansione manuale delle app oltre a quella in background e offre una serie di report sulla sicurezza di facile lettura.

Lo strumento, attivato di default, è accessibile andando in “Impostazioni Google”, quindi cliccando su “Sicurezza” e “Verifica app”, da cui si può disattivare.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *