Facebook intensifica controlli e lotta alle fake news Facebook intensifica controlli e lotta alle fake news

Facebook intensifica controlli e lotta alle fake news

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 7 agosto 2017 redazione 0

Facebook non ci sta ad essere accusato di essere complice nella diffusione delle cosiddette “fake news”, o bufale che dir si voglia, sulla sua... Facebook intensifica controlli e lotta alle fake news

Facebook non ci sta ad essere accusato di essere complice nella diffusione delle cosiddette “fake news”, o bufale che dir si voglia, sulla sua piattaforma, e così negli ultimi mesi ha intensificato controlli ed iniziative per assicurarsi che sul suo social non vengano veicolate notizie false e fuorvianti.

Mark Zuckerberg ha così confermato, alle principali agenzie stampa, e tramite un post sul suo blog ufficiale, le sue ultime iniziative per combattere le fake news, e favorire un web più veloce e meno noioso.

Facebook ha in primis annunciato lo sviluppo ed il sostanziale miglioramento della sua funzione “Articoli Correlati” per aiutare a minimizzare la circolazione e l’impatto delle bufale nelle home degli utenti.

Utilizzando un sistema aggiornato di machine learning, Facebook sostiene di essere in grado di identificare un volume sempre maggiore di potenziali fake news sul social network e dirottarle verso un gruppo esterno di accertatori.

Questi dovranno di fatto analizzare la notizia e di conseguenza Facebook potrà suggerire articoli correlati sotto il post in grado di comunicare il reale contenuto della notizia.

La funzionalità è ora pronta per sbarcare anche fuori dal territorio statunitense, con primi test in Germania, Francia e Olanda.

Tra le innovazioni a cui sta lavorando il social per limitare la diffusione delle fake news, la priorità quindi ce l’ha l’intelligenza artificiale.

Ma, come visto, insieme all’intelligenza artificiale, verranno impiegate anche risorse umane, partner che leggeranno e valuteranno, in base a vari parametri, tutte le notizie. Tutto questo è però il lavoro che avverrà dietro le quinte, il risultato per l’utente dovrebbe essere quello di poter vedere, su Facebook, solamente news con un contenuto verificato.

Altra novità riguarda invece il web “veloce” ed impatterà principalmente sul sistema di notizie veloci del network, gli Instant Articles , aiutando gli utenti del social ad evitare noiose perdite di tempo.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *