Google appoggia le tesi sulla differenza di genere Google appoggia le tesi sulla differenza di genere

Google appoggia le tesi sulla differenza di genere

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 9 agosto 2017 redazione 0

Nel terzo millennio c’è ancora gente che crede nella diversità biologica di uomini e donne tanto da poter affermare, a cuor leggero, che nella... Google appoggia le tesi sulla differenza di genere

Nel terzo millennio c’è ancora gente che crede nella diversità biologica di uomini e donne tanto da poter affermare, a cuor leggero, che nella scienza sia da ricercare la superiorità dell’uno sull’altro?

A quanto pare si, e a crederci non sono solo ignoranti e poco scolarizzati, anzi: si è creato un polverone per un documento girato e condiviso tra i dipendenti nientemeno che di Google.

La vicenda ha preso corpo quando alcuni dipendenti del gruppo di Mountain View hanno iniziato a discutere su Twitter di un manifesto circolante all’interno dell’azienda, intitolato “Google’s Ideological Echo Chamber”.

Il documento, scritto da un non meglio precisato Senior Software Engineer, prende di mira le iniziative messe in campo dal gruppo in merito a diversità e inclusione.

L’autore in pratica chiede a Google di incoraggiare la “diversità ideologica” e sottolinea che c’è “una causa biologica” per l’assenza di donne nei posti di comando dell’industria tech.

Le donne, scrive, hanno una maggiore “apertura indirizzata verso i sentimenti e l’estetica piuttosto che verso le idee”, quindi “preferiscono lavori in ambito sociale o artistico”.

Non solo, “Google non dovrebbe offrire programmi di integrazione per le minoranze etniche o di genere”, ma “assicurarsi che i lavoratori possano sentirsi a loro agio nell’esprimersi”. L’anonimo ingegnere lamenta anche la pericolosità dell’ideologia di sinistra che dominerebbe nell’azienda.

La tirata, che i media Usa bollano come sessista, riaccende il dibattito, in realtà mai spento, sulle discriminazioni di genere nella Silicon Valley.

Ricordiamo che l’azienda è attualmente sotto indagine da parte del Dipartimento del Lavoro statunitense per le diseguaglianze negli stipendi tra uomini e donne. Da anni, poi, è in corso una discussione sulla misoginia degli ambienti di lavoro della Silicon Valley, e sulla bassa percentuale di donne che riesce a ottenere incarichi dirigenziali o finanziamenti per la propria startup.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *