Agcom multerà chi fattura a 28 giorni Agcom multerà chi fattura a 28 giorni

Agcom multerà chi fattura a 28 giorni

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 19 settembre 2017 redazione 0

Rincorrendosi nel bene e nel male, i principali operatori telefonici italiani cercando di offrire gli stessi servizi a un costo pressappoco allineato, e quindi... Agcom multerà chi fattura a 28 giorni

Rincorrendosi nel bene e nel male, i principali operatori telefonici italiani cercando di offrire gli stessi servizi a un costo pressappoco allineato, e quindi non appena l’uno ha cominciato a fatturare a 28 giorni, tutti gli altri lo hanno seguito a ruota.

A nulla sono serviti i moniti delle principali associazioni, scese in campo a tutela dei consumatori, ed ecco perché l’Agcom ha scelto di passare alle maniere forti.

Tredici mesi di fatturazione al posto dei canonici dodici, con un mese di pagamenti in più che viene di fatto ‘regalato’ agli operatori: la fatturazione a 28 giorni, introdotta nel 2015, ha ricevuto i un primo stop da parte dell’Agcom.

Per le famiglie italiane pagare ogni quattro settimane ha però voluto dire un aumento delle tariffe dell’8,6 per cento.

L’autorità garante delle comunicazioni ha quindi deciso di avviare procedimenti sanzionatori nei confronti degli operatori telefonici Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb per il mancato rispetto delle disposizioni relative alla cadenza delle fatturazioni e dei rinnovi delle offerte di comunicazioni elettroniche.

L’Autorità sta inoltre valutando l’adozione di ulteriori iniziative «anche per evitare che le condotte dei principali operatori di telecomunicazioni possano causare un effetto di trascinamento verso altri settori, caratterizzati dalle stesse modalità di fruizione dei servizi».

Il riferimento è alla pay tv Sky che ha deciso di introdurre, a partire da metà settembre, il pagamento della quota di abbonamento mensile ogni 28 giorni.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *