Facebook, le news a pagamento sbarcheranno in Italia Facebook, le news a pagamento sbarcheranno in Italia

Facebook, le news a pagamento sbarcheranno in Italia

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 28 settembre 2017 redazione 0

In queste ore è arrivata l’ufficialità: nelle prossime settimane Facebook testerà le notizie a pagamento, grazie ad un accordo stretto con 10 partner editoriali a... Facebook, le news a pagamento sbarcheranno in Italia

In queste ore è arrivata l’ufficialità: nelle prossime settimane Facebook testerà le notizie a pagamento, grazie ad un accordo stretto con 10 partner editoriali a livello mondiale.

Se tutto andrà secondo i piani, e l’iniziativa avrà successo, verranno poi introdotti definitivamente, come già è accaduto nel recente passato negli Usa.

I test su formule e modalità di abbonamenti alle notizie partiranno «a breve», sicuramente entro quest’anno, dicono dalla società di Palo Alto.

La società fondata da Mark Zuckerberg proporrù due modelli: il primo è una sorta di paywall, che permetterà di leggere gratis un certo numero di articoli al mese. Il secondo invece è quello «freemium», dove saranno gli editori a decidere quali contenuti offrire gratis e quali invece a pagamento, che comunque non avverrà all’interno del social network, anche perché il 100% dei ricavi andrà agli editori.

La novità per gli editori è associata a Instant Articles: introdotti nel maggio del 2015, sono una iniziativa di Facebook che consente agli editori di pubblicare gli articoli direttamente su Facebook senza rimandare ai siti che li hanno prodotti. Sono contenuti, articoli, notizie ottimizzate per la visualizzazione da smartphone che vengono caricati in maniera molto più veloce e permettono quindi una maggiore leggibilità.

Il social network, con il suo pubblico potenziale di 2 miliardi di utenti, ha annunciato inoltre  interventi anche sul fronte delle fake news. In Italia contrastarne la diffusione sarà presto più facile e immediato, promette la compagnia, attraverso nuove modalità di segnalazione delle bufale.

Resta però ancora sconosciuto il nome del partner italiano che si occuperà del “fact checking”, ovverosia la verifica delle notizie, sulla scia degli esperimenti già avviati in Stati Uniti e Francia.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *