Tim-Vivendi, arriverà una salata multa dal governo? Tim-Vivendi, arriverà una salata multa dal governo?

Tim-Vivendi, arriverà una salata multa dal governo?

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 2 ottobre 2017 redazione 0

La questione è di quelle spinose: il caso Tim-Vivendi continua a tenere banco all’indomani della decisione di Palazzo Chigi di imputare alla società francese la mancata... Tim-Vivendi, arriverà una salata multa dal governo?

La questione è di quelle spinose: il caso Tim-Vivendi continua a tenere banco all’indomani della decisione di Palazzo Chigi di imputare alla società francese la mancata notifica dell’aver preso la guida della società Tlc italiana, dove il gruppo di Vincent Bolloré è primo socio con quasi il 24% del capitale.

Nello specifico, il comitato interministeriale sul Golden power ha accertato la sussistenza degli obblighi di notifica del controllo di Vivendi su Tim, e per questo l’ex-monopolista rischia una multa fino a 300 milioni (pari all’1% del suo fatturato) ma potrebbe anche essere molto più contenuta se si considerassero i soli ricavi di Sparkle e Telsy, le due controllate «strategiche» per la sicurezza nazionale.

«Su Tim applichiamo le regole. Come deve fare un Paese serio», questo è quanto ha ribadito su Twitter il ministro Carlo Calenda, precisando anche che le vicende Tim-Vivendi e Fincantieri sono cose «separate».

“Credo che entro ottobre potranno essere definite le prescrizioni, comunque equilibrate e non punitive” su Telecom Sparkle, annuncia ancora il ministro dello Sviluppo, questa volta in un’intervista al Sole 24 Ore.

In una nota, Telecom fa sapere che a proprio avviso non sussisteva nessun obbligo di notifica e che “a oggi nessuna sanzione è stata irrogata da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri”: ci sono infatti novanta giorni perché le due società coinvolte presentino la loro linea difensiva.

La Società, coerentemente con i propri interessi, “continuerà a far valere le proprie argomentazioni nelle sedi competenti, certa di avere agito nel pieno rispetto delle norme”.

Resta ancora da decidere se, a fronte della violazione, il governo eserciterà i poteri previsti dal «golden power» per imporre restrizioni a Vivendi sulle attività strategiche detenute da Tim, ovvero Sparkle e Telsy.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *