Microsoft ha deciso di liberarsi di Groove Music Microsoft ha deciso di liberarsi di Groove Music

Microsoft ha deciso di liberarsi di Groove Music

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 5 ottobre 2017 redazione 0

Gli utenti Microsoft si ricorderanno senz’altro che un paio di anni fa il colosso aveva trasformato Xbox Music in Groove Music, nell’ottica di rendere il suo servizio... Microsoft ha deciso di liberarsi di Groove Music

Gli utenti Microsoft si ricorderanno senz’altro che un paio di anni fa il colosso aveva trasformato Xbox Music in Groove Music, nell’ottica di rendere il suo servizio di streaming musicale più rilevante per gli utenti, ma nonostante il cambiamento di nome, Groove Music è sempre sembrato essere un “sopravvissuto” dell’era Zune e molti consumatori non erano neanche a conoscenza della sua esistenza.

Quindi non dispiacerà a moltissimi l’annuncio fatto in queste ore: a partire dal 31 dicembre il servizio di abbonamento Music Pass, così come gli acquisti dei singoli brani all’interno del negozio sarà sospeso. L’applicazione Groove Music rimarrà all’interno del sistema, ma potrà essere utilizzato come player di musica locale.

La concorrenza si è fatta sempre più agguerrita e Microsoft non ha potuto far altro che ammettere la sconfitta, visto che ad oggi i servizi di musica streaming più utilizzati rimangono Spotify e Apple Music.

Dopo il 31 dicembre 2017, gli abbonati a Groove Music Pass non potranno più ascoltare canzoni in streaming o acquistare musica, ma dovranno traferire tutte le loro playlist o gli altri brani salvati su Spotify.

Come ricompensa per il disagio, gli iscritti al programma potranno godere di 60 giorni di abbonamento Spotify Premium gratis, se non sono già abbonati a questo servizio.

Le funzioni di gestione della musica in locale o di quella salvata su OneDrive continueranno comunque a funzionare sulle app Android, iOS e Windows di Groove, senza particolari cambiamenti rispetto al passato.

La collaborazione fra Microsoft e Spotify non è sicuramente nuova poiché hanno già lavorato in passato su un software sviluppato per Windows 10 e Xbox One. Dunque, non è sicuramente una sorpresa che Redmond abbia scelto Spotify come suo partner preferito per consentire agli abbonati di Groove Music di continuare ad ascoltare i brani preferiti salvati nelle playlist personalizzate.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *