Truffe online, stavolta tocca a Ryanair ed Amazon Truffe online, stavolta tocca a Ryanair ed Amazon

Truffe online, stavolta tocca a Ryanair ed Amazon

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 11 ottobre 2017 redazione 0

Se i classici topi da appartamento purtroppo non hanno deciso di andare tutti in pensione, d’altronde oggi, volenti o nolenti, la maggior parte delle... Truffe online, stavolta tocca a Ryanair ed Amazon

Se i classici topi da appartamento purtroppo non hanno deciso di andare tutti in pensione, d’altronde oggi, volenti o nolenti, la maggior parte delle truffe viaggia attraverso la rete.

Dobbiamo far attenzione ogni volta che entriamo in rete, su un social o apriamo un’applicazione: il rischio di incappare in qualche raggiro è nascosto ovunque e, nonostante i metodi dei truffatori ormai si ripetono, ancora in tanti, troppi, cascano ogni giorno.

Nelle scorse ore, ad esempio, la Polizia Postale attraverso due distinti post pubblicati sulla pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia” ha invitato a prestare attenzione a due messaggi che possono giungere sui nostri indirizzi email e che riguardano due fantomatici annunci di Lidl e Amazon che ovviamente risultano totalmente estranee a tali tipo di proposte.

Il primo è l’invito a cliccare per ricevere un buono spesa da 500 euro da parte della catena della grande distribuzione in occasione del 25° anniversario, mentre il secondo un buono acquisto da ben 1000 euro della grande multinazionale del commercio elettronico, entrambi visibili nelle fotografie che alleghiamo.

Truffa simile coinvolge anche Ryanair: “Gentile cliente, vogliamo provare a recuperare la fiducia dei nostri passeggeri dopo i problemi e le cancellazioni di questi giorni”.

Poi il messaggio continua così: “Per questo motivo stiamo mettendo in palio decine di voucher da 1000 euro per volare con noi. Ti contattiamo proprio per questo, il tuo indirizzo email è stato selezionato tra i finalisti per un buono Raynair (scritto proprio così – ndr) da 1.000 euro”.

Al tutto segue ovviamente il link utile poi ad incastrare gli utenti con la richiesta di dati.

Il nome della compagnia scritto con il refuso dovrebbe suonare come campanello d’allarme ma purtroppo, truffe simili che in passato hanno funzionato, ci confermano che chi cade nella rete focalizza l’attenzione sul buono promesso e quindi legge il testo in modo superficiale, desideroso solo di capire come portare a casa il buono da mille euro.

Per l’ennesima volta, quindi, attenzione: ormai non basta chiudere a doppia mandata la porta di casa, i truffatori si nascondono in rete e vanno evitati con attenzione.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *