Facebook, arrivano novità nell’organizzazione della bacheca Facebook, arrivano novità nell’organizzazione della bacheca

Facebook, arrivano novità nell’organizzazione della bacheca

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 26 ottobre 2017 redazione 0

Da diversi mesi si parla di notizie e news a pagamento che molto presto Facebook dovrebbe introdurre, ma in realtà di certo si sa... Facebook, arrivano novità nell’organizzazione della bacheca

Da diversi mesi si parla di notizie e news a pagamento che molto presto Facebook dovrebbe introdurre, ma in realtà di certo si sa ben poco e gli sviluppatori stanno ancora testando le varie possibilità per rendere il più gradito possibile questo nuovo servizio.

Nello specifico, Facebook sta testando la faccenda in sei piccoli mercati (Sri Lanka, Slovacchia, Serbia, Bolivia, Guatemala e Cambogia) e facendo ruotare l’esperimento nella sezione Explore, la newsfeed alternativa lanciata poco tempo fa ma che in quei mercati è in realtà una cosa diversa. Facebook, ad ed esempio, sta pensando di dividere la bacheca in due, separando i post commerciali – cioè le inserzioni a pagamento – da quelle personali e gratuite. Tutto questo per spingere ancora di più la pubblicità.

Nella persona di Adam Mosseri, a capo della News Feed, il social network ha chiarito che il test che è stato avviato nei sei Paesi per ora non verrà esteso a livello globale.

Mosseri è intervenuto nel dibattito, chiarendo i motivi che hanno spinto il team dietro a Facebook a tentare un test del genere: “Ascoltiamo sempre la nostra comunità per quanto riguarda i modi in cui potremmo migliorare la News Feed. Le persone ci dicono che vorrebbero che ci fosse un modo più facile per vedere i post di amici e famigliari. Stiamo testando uno spazio dedicato proprio a questo, alle persone che vogliono rimanere in contatto con famigliari e amici, e un altro, separato, chiamato ‘Esplora’, con post di altre pagine”.

Il cambio, in ogni caso, ha visto aumentare drasticamente il numero di interazioni con i post dal 60% al 80%. Se replicato su grande scala, potrebbe distruggere i piccoli editori, così come quelli più importanti, se il pubblico non dovesse interagire con i post.

L’intervento sembra a tutti gli effetti la perfetta conclusione delle mutazioni dell’algoritmo di questi anni. Facebook ha solleticato media e marchi con una visibilità organica altissima e la possibilità di comunicare con milioni, e poi miliardi, di persone senza dover investire. Poi ha cominciato a tirare piano piano la corda nella sua direzione.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *