Google, polemica sull’emoticon del cheeseburger Google, polemica sull’emoticon del cheeseburger

Google, polemica sull’emoticon del cheeseburger

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 1 novembre 2017 redazione 0

Un colosso come Google avrà di meglio da fare e di cui occuparsi che alzare un polverone per un emoticon non perfettamente corrispondente alla... Google, polemica sull’emoticon del cheeseburger

Un colosso come Google avrà di meglio da fare e di cui occuparsi che alzare un polverone per un emoticon non perfettamente corrispondente alla realtà?

Evidentemente no: la compagnia, nel corso del weekend, è infatti stata criticata per la sua emoji del panino che – a differenza di quelle di rivali come Apple e Facebook – posiziona la fetta di formaggio in basso, appena sopra il pane.

Pare che sia fatto male perché la disposizione degli ingredienti è errata e non coerente con la struttura che dovrebbe avere un panino. In America ci tengono molto a queste cose.

Il panino di Big G si presenta con formaggio, carne, pomodoro e lattuga, mentre quello di Apple ha lattuga, carne, formaggio e pomodoro. Nel cheeseburger di LG manca il pomodoro, mentre in quello di WhatsApp ci sono anche ketchup e cipolla: ognuno lo fa a suo modo, ma quello di Google sembra proprio non convincere.

A segnalarlo per primo in un tweet è stato Thomas Baekdal, editore e fondatore di Baekdal Media, che ha postato la foto dei cheeseburger di Apple e Google. Il post ha raccolto migliaia di retweet e like.

Sundar Pichai, Ceo del colosso, ha infatti subito risposto alle polemiche, affermando che il team di sviluppo sospenderà tutto quello che sta facendo e già da oggi risolverà il problema, sempre che si riesca a trovare un accorso sulla corretta sequenza degli ingredienti del cheeseburger.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *