Tesla, Elon Musk tirerà troppo la corda? Tesla, Elon Musk tirerà troppo la corda?

Tesla, Elon Musk tirerà troppo la corda?

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 8 novembre 2017 redazione 0

Finora abbiamo più volte ripetuto che, nonostante i conti in rosso, era troppo azzardato parlare di crisi, eppure Tesla continua a navigare in brutte... Tesla, Elon Musk tirerà troppo la corda?

Finora abbiamo più volte ripetuto che, nonostante i conti in rosso, era troppo azzardato parlare di crisi, eppure Tesla continua a navigare in brutte acque e, se non vuole rischiare di fallire, Elon Musk deve farsi un bello scossone.

I soldi, e neppure l’ingegno, gli mancano, eppure sembra che tutto, negli ultimi mesi, gli stia andando storto.

In primis, negli ultimi giorni, il titolo in Borsa ha perso oltre il 7 per cento, dopo le stime al ribasso della produzione della Model 3, il veicolo su cui Musk punta per salvare il brand e la società stessa. Delle 1.500 unità di Model 3 previste dopo i primi due mesi dall’avvio delle catene di montaggio, ne sono state effettivamente prodotte soltanto 260. Ad inizio mese, il produttore ha dovuto rivedere al ribasso le stime che indicavano in 20.000 veicoli realizzati al mese, spostando il target su un numero pari a 5.000.

Finanziariamente, poi, Tesla continua a registrare importanti perdite: soltanto nell’ultimo trimestre, relativo ai mesi di luglio, agosto e settembre 2017, l’azienda ha reso noto di aver perso 619 milioni di dollari, una cifra pari a -2,92 dollari per azione. Le perdite sono state superiori rispetto a quanto preventivato all’inizio, quando si ipotizzò una flessione 2,31 dollari per azione.

Anche per quanto riguarda l’intenzione di Tesla di espandere la sua produzione aprendo una nuova fabbrica in Cina, paese che nei prossimi anni dovrebbe essere protagonista primario nell’affermazione nel mondo dei motori delle auto elettriche, non se ne parlerà prima di tre anni.

Lo stabilimento produrrà, a detta di Elon Musk, alcune centinaia di migliaia di auto l’anno quando funzionerà a pieno regime. La società statunitense manterrà la proprietà dello stabilimento che dunque non nascerà in collaborazione con un gruppo cinese così come di solito avviene.

Quotata nel 2010, finora Tesla ha chiuso solo due trimestri in utile e continua a bruciare cassa in quantità. Con grande abilità nel marzo scorso  Musk ha convinto il mercato a sottoscrivere un aumento di capitale e un prestito obbligazionario per un ammontare complessivo di 1,2 miliardi di dollari, ma quanto potrà tirare ancora la corda?

Di Musk viene apprezzato la fiducia e l’entusiasmo, ma non bisogna essere critici troppo severi per osservare che il geniale imprenditore ha anche la tendenza a promettere più di quello che riesce a mantenere. Gli investitori decideranno alla fine di abbandonarlo? Staremo a vedere nei prossimi mesi.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *