Web Tax, ecco le ultime novità dal governo Web Tax, ecco le ultime novità dal governo

Web Tax, ecco le ultime novità dal governo

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 13 novembre 2017 redazione 0

Come di consueto la legge di bilancio è in discussione, e piovono emendamenti che, inutile sottolinearlo, nella maggior parte dei casi prevedono nuove tasse... Web Tax, ecco le ultime novità dal governo

Come di consueto la legge di bilancio è in discussione, e piovono emendamenti che, inutile sottolinearlo, nella maggior parte dei casi prevedono nuove tasse ed imposte che andranno a pesare sul già tartassato cittadino italiano.

Una cedolare sul 6% dei ricavi dei giganti di Internet in Italia: è questo in sostanza l’emendamento alla legge di bilancio presentato dal Presidente della Commissione Industria del Senato, Massimo Mucchetti (Pd), per rafforzare la Web tax all’italiana in attesa di una normativa europea.

Nell’emendamento, “sarà data una cifra fiscale alla stabile organizzazione, – ha spiegato Santini – è un passo avanti dalla tassazione forfettaria alla ordinaria, con la stabile organizzazione”.

L’imposta sulle attività digitali pienamente dematerializzate”, la nuova web tax, sarà pari al 6% dei ricavi “per la cessione di servizi pienamente dematerializzati da parte di soggetti non residenti a soggetti residenti in Italia”.

“I soggetti oggi non residenti, che scegliessero a questo punto di realizzare una stabile organizzazione in Italia, vedrebbero tassata, come avviene normalmente per tutte le società, la base imponibile dichiarata e verificata dalle Entrate”, si legge ancora nel testo dell’emendamento.

“E’ una tassa – ha inoltre spiegato Mucchetti a la Repubblica – su quanti estraggono ricavi miliardari dall’Italia, fatturando da paradisi fiscali, senza pagare imposte grazie alle possibilità offerte dalle tecnologie digitali: un privilegio che distorce la concorrenza con le imprese italiane, che le imposte le pagano, e che erode la base imponibile con la quale lo Stato paga ospedali, scuole, giustizia, sicurezza. Per capirci – ha aggiunto Mucchetti – nel 2016 Google ha estratto dall’Italia ricavi stimati in 2 miliardi, ma ha dichiarato 90 milioni pagandone meno di 5 per imposte”.

Ricordiamo che anche Forza Italia aveva presentato un emendamento in questo senso, ma alzando la posta: cedolare secca con un’aliquota del 15%.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *