La dipendenza da cellulare si combatte con un finto smartphone La dipendenza da cellulare si combatte con un finto smartphone

La dipendenza da cellulare si combatte con un finto smartphone

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 29 novembre 2017 redazione 0

Siete ossessionati dallo smartphone? Non riuscite a separarvi dal vostro device mobile neppure un attimo e se lo perdete o lo lasciate a casa... La dipendenza da cellulare si combatte con un finto smartphone

Siete ossessionati dallo smartphone? Non riuscite a separarvi dal vostro device mobile neppure un attimo e se lo perdete o lo lasciate a casa venite assaliti da una vera e propria crisi di panico come se aveste perso l’amico più fidato?

Molto probabilmente soffrite di nomofobia, un termine “coniato” recentemente e che deriva dal mondo anglosassone: questa patologia non è altro che una paura incontrollata di rimanere sconnessi dal contatto con la rete di telefonia mobile. Il termine, formato con il suffisso -fobia e con un prefisso inglese no-mobile, è stato creato in occasione di uno studio commissionato a YouGov, un qualificato ente britannico di ricerca, da un responsabile del settore della telefonia.

Lo studio ha rivelato che il 53% degli utenti in Gran Bretagna non possono fare a meno di usare lo smartphone ed anzi mostrano addirittura uno stato ansioso se perdono il cellulare, esauriscono la batteria o non hanno copertura di rete.

Dato che quindi sempre più persone ne soffrono, e naturalmente non soltanto in Gran Bretagna, da qualche tempo si sta pensando a possibili soluzioni per combatterla, tra cui l’iniziativa di Samsung che prevede premi per i ragazzi che rispettano i limiti imposti dai genitori e varie app che disincentivano l’utilizzo eccessivo del cellulare durante la giornata.

Il designer austriaco Klemens Schilinger ha invece presentato un oggetto di design, chiamato “Substitute Phones” che si propone di agevolare il distacco dal tanto amato smartphone.

Un finto smartphone in resina con, però, una novità rispetto a simili fake per dipendenti visti in passato: la possibilità di muovere le dita come in uno swipe. Non solo uno swipe ma anche lo zoom e lo scrolling. Schillinger ha infatti messo a punto ben cinque sagome delle dimensioni di un telefono (il materiale è il poliossimetilene) ciascuna con una serie di palline di pietra howlithe incastonate secondo diversi schemi. Consentono di replicare quelle azioni ormai automatiche per le quali ciascun forte utente di smartphone sente un profondissimo richiamo.

L’oggetto è stato presentato all’esibizione @Offline – Design for the (Good Old) Real World, svoltasi a Vienna nell’ambito della Vienna Design Week ed il cui scopo principale è affrontare l’ossessione da internet e discutere se sia desiderabile disconnettersi dalla tecnologia.

I Substitute Phone non sono al momento in vendita ma sul sito web del designer è riportata la dicitura “coming soon”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *