Qualcomm vs Apple, una battaglia senza esclusione di colpi Qualcomm vs Apple, una battaglia senza esclusione di colpi

Qualcomm vs Apple, una battaglia senza esclusione di colpi

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 4 dicembre 2017 redazione 0

Con si suoi nuovi gioiellini, Apple sta vendendo discretamente: certo non sono quei risultati eccezionali che hanno riscosso diversi dei suoi predecessori, ma i... Qualcomm vs Apple, una battaglia senza esclusione di colpi

Con si suoi nuovi gioiellini, Apple sta vendendo discretamente: certo non sono quei risultati eccezionali che hanno riscosso diversi dei suoi predecessori, ma i nuovi modelli continuano ad essere bramati ed acquistati dai consumatori di tutto il mondo, nonostante i prezzi siano ben poco accessibili ai più e si sia sfondato persino il tetto dei mille dollari.

A mettergli il bastone tra le ruote però ci pensa Qualcomm, che addirittura continua a chiedere le sospensione delle vendite.

Nello specifico, l’azienda continua la sua battaglia legale contro Apple con una nuova denuncia che richiede il blocco delle vendite dei nuovi iPhone negli Stati Uniti. Qualcomm ha presentato una nuova accusa formale contro Apple per la violazione di altri brevetti sia interni che acquisiti dall’azienda.

Nella prima citazione depositata nella Corte Distrettuale del Southern District della California, Qualcomm reclamava la violazione di cinque brevetti, quattro dei quali hanno origine da Palm. L’ultima serie di proprietà intellettuali contestate arriva invece da un portfolio brevetti in precedenza detenuti da TouchTable, ramo della società di consulenza e ricerca Applied Minds.

Il produttore di chip modem già a luglio di quest’anno ha chiesto di vietare l’importazione di iPhone 7 e iPad con chip modem Intel. Nella nuova richiesta all’ITC, Qualcomm chiede il blocco di iPhone 8 e iPhone X, dispositivi che, a suo dire, implementano «illegalmente» chip modem protetti dai suoi brevetti (e costruiti da Intel).

Apple, dal canto suo,  ha accusato Qualcomm di avere violato 8 suoi brevetti relativi alla batteria e in particolare alle tecnologie studiate dal produttore di Cupertino per gestire l’utilizzo della potenza, disattivando le parti del processore non in utilizzo.

La querelle si concentra sulle CPU Qualcomm Snapdragon 800 e 820, processori largamente utilizzati su smartphone di grande successo, come i Samsung Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge, l’LG V20 e l’HTC 10, tanto per fare qualche esempio.

La battaglia, quindi, è ancora lunga e lontanissima dal concludersi.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *