Apple, trovato un primo accordo con l’Irlanda Apple, trovato un primo accordo con l’Irlanda

Apple, trovato un primo accordo con l’Irlanda

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 6 dicembre 2017 redazione 0

Chi la dura la vince, viene da pensare dinanzi alla notizia che in queste ore sta facendo il giro del mondo, creando un precedente... Apple, trovato un primo accordo con l’Irlanda

Chi la dura la vince, viene da pensare dinanzi alla notizia che in queste ore sta facendo il giro del mondo, creando un precedente storico che per l’azienda di Cupertino non è affatto propizio.

Dopo quasi un anno e mezzo, Apple e l’Irlanda hanno raggiunto un accordo, soddisfando la richiesta della Commissione Europea. La società per la prima volta ha ceduto e pagherà al Paese i 13 miliardi di tasse inevase che le spettano.

Tale cifra corrisponde alle tasse non versate nel periodo 2003 – 2014 a causa di agevolazioni fiscali ritenute veri e propri aiuti di Stato dall’Antitrust UE. Il conto verrà bloccato e gestito da una società indipendente in attesa del pronunciamento finale della Corte di Giustizia UE.

Dublino inizierà a raccogliere le imposte a partire dal primo trimestre del 2018, oltre un anno dopo la scadenza fissata originariamente dalla commissione Ue: lo ha annunciato il ministro delle finanze irlandese Paschal Donohoe in vista di un incontro con Margrethe Vestager, la commissaria per la competizione Ue, pensato per aggiornarla sugli ultimi sviluppi.

“Abbiamo raggiunto un accordo con Apple in relazione ai principi per creare un fondo di garanzia”, ha detto il ministro irlandese delle finanze. “Ci aspettiamo che il denaro inizi a essere trasferito nel conto da parte di Apple nel corso del primo trimestre del prossimo anno”, ha aggiunto parlando da Bruxelles.

Dal canto suo la commissione ha spiegato che “oltre un anno dopo la decisione della commissione, l’Irlanda non ha ancora recuperato gli aiuti illegali [concessi a Apple], nemmeno in parte. E’ per questo che la commissione decise di segnalare l’Irlanda alla corte Ue. Speriamo che si possa lavorare in modo costruttivo con le autorità irlandesi per garantire che il recupero [delle tasse arretrate] sia completato il prima possibile. Questo ci permetterebbe di chiudere la procedura”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *