Google è pronta a passare all’indicizzazione mobile-first Google è pronta a passare all’indicizzazione mobile-first

Google è pronta a passare all’indicizzazione mobile-first

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 21 dicembre 2017 redazione 0

Sono mesi ormai che Google, quando indicizza i siti, dà la preferenza a quelli ottimizzati anche per la versione mobile, ma da queste ore... Google è pronta a passare all’indicizzazione mobile-first

Sono mesi ormai che Google, quando indicizza i siti, dà la preferenza a quelli ottimizzati anche per la versione mobile, ma da queste ore c’è una novità in più.

La società di Mountain View ha infatti messo nero su bianco l’importante novità: d’ora in avanti la versione mobile dei siti web sarà usata per le operazioni di crawling, indexing e ranking di ogni sito.

In buona sostanza, i webmaster che ancor’oggi non avessero aggiornato il loro sito web disponendo di una versione unicamente compatibile con i dispositivi desktop, potrebbero iniziare a subire evidenti penalizzazioni.

L’indicizzazione mobile-first impiegherà i contenuti dalla versione mobile del sito per indicizzare e classificare, migliorando così il modo principale in cui le persone cercano le risorse oggi. I siti web con un design reattivo“generalmente non devono fare nulla”, tuttavia Google ha un elenco aggiornato di suggerimenti per garantire che i siti siano pronti per l’ indicizzazione mobile-first

Una mossa, del resto, abbastanza prevedibile, visto che fino a poco più di dieci anni fa i siti mobile non esistevano e su Internet ci si andava quasi solo con un PC, ma ora però la maggior parte del traffico proviene da mobile – smartphone, soprattutto – e quindi è più corretto, e statisticamente più preciso, indicizzare i siti mobile.

Google comunque sta tenendo sotto attenta osservazione i primi siti iscritti al programma, e conta di muoversi ancora con molta circospezione per un po’ – anche per dare tempo ai webmaster di ottimizzare i propri siti al nuovo corso.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *