Caffè, nel 2018 costa di più persino una tazzina di espresso Caffè, nel 2018 costa di più persino una tazzina di espresso

Caffè, nel 2018 costa di più persino una tazzina di espresso

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 12 gennaio 2018 redazione 0

Dal punto di vista dei bilanci finanziari familiari, abbiamo iniziato il 2018 nel peggiore dei modi: rincari di utenze domestiche, benzina, pedaggi e persino sacchetti... Caffè, nel 2018 costa di più persino una tazzina di espresso

Dal punto di vista dei bilanci finanziari familiari, abbiamo iniziato il 2018 nel peggiore dei modi: rincari di utenze domestiche, benzina, pedaggi e persino sacchetti a pagamento pesano incredibilmente sui bilanci, e la cinta già è bella stretta da anni.

Ed ora si aggiunge anche un ulteriore rincaro, di uno dei beni che quotidianamente ci concediamo quasi tutti: nel nuovo anno aumenta infatti anche il costo del caffè al bar.

Se l’espresso più caro in assoluto si paga a Torino dove il prezzo arriva a 1 euro e 10 centesimi, l’aumento più alto si registra a Roma.

Con un +11,96% rispetto all’anno scorso, nella Capitale il caffè costa in media 1,03 euro. A rilevare la situazione nelle principali città italiane è la Federconsumatori.

Il caffè al bar a Firenze è tra i più cari d’Italia: in media per una tazzina si pagano 1 euro e 4 centesimi (+1,96% l’aumento medio nel 2017). La città gigliata è superata da poche altre città: oltre che da Torino e Roma anche da Milano (1 euro e 8 centesimi il prezzo medio, +8%).

Il primato in basso invece spetta a Napoli, la patria della ‘tazzulella’, con 0,91 euro (+5,81%) seguita da Palermo con 0,94 euro (+2,17%).

“Non c’è nulla che giustifichi questi rincari, e non solo sul caffè ma su tutte le voci dei consumi più significativi e popolari”, osserva il presidente di Federconsumatori Diafora parlando con l’Adnkronos, aggiungendo: “non mi risulta ci sia una crescita dei redditi con la stessa dinamica”. “La tassazione aumenta su tutto e si riversa sui consumatori finali” sostiene ancora.

Naturalmente l’altra campana ha un’opinione differente: il prezzo della tazzina, osserva Luciano Sbraga, direttore del centro studi di Fipe- Confcommercio, “è quasi sottocosto e se quest’anno ci sarà qualche aumento dell’ordine di 10 centesimi, una cifra tonda, e anche se in termini percentuali è alto, va considerato che i baristi tendono ad aspettare 2-3 anni prima di ritoccare il prezzo del caffè, anche per la gestione dei resti”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *