Microsoft, gli aggiornamenti rallentano i computer Microsoft, gli aggiornamenti rallentano i computer

Microsoft, gli aggiornamenti rallentano i computer

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 12 gennaio 2018 redazione 0

Avete avuto l’impressione che i vostri computer, dopo gli ultimi aggiornamenti, siano diventati più lenti del solito, sia nella fase di accensione che in... Microsoft, gli aggiornamenti rallentano i computer

Avete avuto l’impressione che i vostri computer, dopo gli ultimi aggiornamenti, siano diventati più lenti del solito, sia nella fase di accensione che in quella di lavoro?

Eco, la vostra non è solo un’impressione: gli aggiornamenti di sicurezza per arginare le vulnerabilità dei processori possono avere un impatto “significativo” sulle prestazioni dei computer e dei server, anche quelli più recenti.

L’ammissione di Microsoft è la prima di un’azienda tecnologica e arriva a pochi giorni delle dichiarazioni di Intel che aveva parlato di impatto “non significativo” per la maggior parte degli utenti.

Amd, altro produttore coinvolto nella falla sui chip, ha definito l’impatto “trascurabile“, mentre secondo Apple gli aggiornamenti “non hanno comportato una riduzione misurabile delle prestazioni”.

Nello specifico, in un post firmato dal vicepresidente Terry Myerson, Microsoft ha fatto il punto sulle performance dei dispositivi informatici in relazione alle diverse falle di sicurezza: Meltdown, che affligge solo i processori Intel, e Spectre, che esiste in due varianti e colpisce anche i prodotti di Amd e Arm.

Nel caso di Meltdown e della prima variante di Spectre, gli interventi necessari a proteggere i computer hanno “un impatto minimo sulle performance”, spiega la compagnia. Ma per la seconda variante di Spectre l’impatto è percepibile.

Con i processori prodotti fino al 2015, come gli Haswell di Intel, “il rallentamento è più significativo”. Sui pc con Windows 10 “ci aspettiamo che alcuni utenti noteranno una diminuzione delle performance”, mentre sui pc coi sistemi operativi precedenti, Windows 7 e Windows 8, il calo delle performance sarà rilevato “dalla maggior parte degli utenti”.

Intanto è stato reso noto che Intel dovrebbe rilasciare una patch a breve, che secondo l’amministratore delegato dell’azienda, Brian Krzanich, proteggerà il 90 per cento dei dispositivi recenti, con la restante parte che sarà al sicuro nel giro di qualche settimana.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *