Intelligenza artificiale, le aziende italiane non sono all’avanguardia Intelligenza artificiale, le aziende italiane non sono all’avanguardia

Intelligenza artificiale, le aziende italiane non sono all’avanguardia

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 14 febbraio 2018 redazione 0

Tutti i principali esperti del settore sono concordi nel ritenere che l’intelligenza artificiale sarà sempre più centrale nel prossimo futuro, eppure le industrie ed... Intelligenza artificiale, le aziende italiane non sono all’avanguardia

Tutti i principali esperti del settore sono concordi nel ritenere che l’intelligenza artificiale sarà sempre più centrale nel prossimo futuro, eppure le industrie ed imprese italiane, come accade in molteplici campi, non riescono a stare al passo coi tempi e le innovazioni.

L’Intelligenza Artificiale (AI) è infatti poco sfruttata dalle imprese italiane. Il 56% ha avviato progetti e una soluzione su quattro riguarda le chatbot, cioè dei programmi a risposta automatica che simulano conversazioni reali, usati per offrire servizi veloci. Sono i risultati della ricerca dell’Osservatorio Artificial Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano che ha analizzato oltre 700 imprese.

Altra caratteristica del mercato italiano è che le aziende sono meno propense alla sperimentazione, e prediligono settori “maturi”. Questo consente loro di mettere a regime le soluzioni (nel 52% dei casi in Italia contro il 38% della media internazionale). Quanto ai campi in cui l’AI è più diffusa, insieme alle già citate banche, assicurazioni e finanza (17%) ci sono automotive (17%), energia (13%), logistica (10%) e telco (10%).

Di certo l’interesse della comunità accademica è in crescita come dimostrano le 460 startup che dal 2016 ad oggi hanno raccolto complessivamente 2,2 miliardi di euro a livello internazionale.

«Le imprese italiane stanno ponendo grande attenzione per non perdere occasioni di miglioramento della competitività – premette Alessandro Perego, Responsabile scientifico dell’Osservatorio —. Per coglierne a pieno i potenziali benefici, però, devono innanzitutto conoscere a fondo l’offerta di soluzioni disponibili e poi intervenire sui processi organizzativi e sul rafforzamento delle competenze, perché il personale sia effettivamente in grado di valorizzare le abilità delle macchine».

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *