Unicredit, le truffe viaggiano via sms e mail Unicredit, le truffe viaggiano via sms e mail

Unicredit, le truffe viaggiano via sms e mail

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 9 aprile 2018 redazione 0

Se in questi giorni avete ricevuto strani sms e mail da parte di Unicredit  o Intesa San Paolo, una cosa è certa: auguratevi di... Unicredit, le truffe viaggiano via sms e mail

Se in questi giorni avete ricevuto strani sms e mail da parte di Unicredit  o Intesa San Paolo, una cosa è certa: auguratevi di non aver risposto o rivelato i vostri dati sensibili, perché purtroppo si è trattato dell’ennesima truffa che usa loghi e marchi celebri per ingannare ignari cittadini.

Nello specifico, stanno arrivando come avvisa la Polizia Postale e le stesse banche migliaia di email, più di una email per account per attirare maggiormente l’attenzione dell’utente, dove si dice che ci sono stati degli accediti e delle spese sul proprio conto che occorre verificare. A quel punto viene inserito un link che manda in una pagina molto simile a quella della propria banca dove si chiede di inserire i dati che vengono catturati in questo modo dai truffatori.

Parallelamente vengono scritti sms dove si indica che è stato attivato un nuovo servizio di homebaking e che per attivarlo bisogna accedere nuovamente al proprio servizio (o anche per disattivarlo) oppure viene chiesto di resettare le proprie credenziali. E anche qui viene inserito un link fraudolento.

Queste procedure illegali come abbiamo detto stanno recentemente interessando banche di grande importanza quali Unicredit e Intesa San Paolo.

Per proteggersi bisogna sempre aver presente che gli istituti bancari affidabili e certificati non chiedono mai dati bancari tramite un’email, né tramite l’invio di moduli da compilare.

In più, il link sul quale si è invitati a cliccare non è sicuro e certificato, infatti in questo caso inizia con http e non https. In questo si può essere anche aiutati dall’utilizzo di un buon software antivirus, in quale bloccherà in automatico l’apertura della pagina segnalandoci che il sito che si vuole aprire non è affidabile.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *