Eni, nuovo cospicuo investimento nei prossimi 4 anni Eni, nuovo cospicuo investimento nei prossimi 4 anni

Eni, nuovo cospicuo investimento nei prossimi 4 anni

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 20 aprile 2018 redazione 0

L’economia dell’Italia è ancora in forte stallo, nonostante lenti e progressivi miglioramenti, e sicuramente si deve puntare sugli investimenti per riuscire a ripartire con... Eni, nuovo cospicuo investimento nei prossimi 4 anni

L’economia dell’Italia è ancora in forte stallo, nonostante lenti e progressivi miglioramenti, e sicuramente si deve puntare sugli investimenti per riuscire a ripartire con la marcia giusta.

Investimenti che un colosso come Eni ha deciso di fare nei prossimi anni: nello specifico investirà 7 miliardi di euro nei prossimi quattro anni in Italia.

“Lavoriamo in decine di Paesi nel mondo e in ogni Paese integriamo le nostre competenze e la nostra passione con quelle popolazioni che ci ospitano, con risultati straordinari. Ma le nostre radici sono in Italia ed è proprio qui che vediamo il potenziale per investire di più. L’Italia è il nostro primo Paese a livello di investimenti: 7 miliardi di euro nei prossimi quattro anni, di cui 1 miliardo destinato alle attività green, incluse le spese per la ricerca e sviluppo al servizio del processo di decarbonizzazione”, ha spiegato Claudio Descalzi, ad dell’Eni  nel corso dell’Investor day nella sede di Borsa Italiana a Piazza Affari durante il quale ha presentato il piano al 2021.

Una cifra consistente è destinata alla ricerca e sviluppo: 750 milioni di euro. “Dal 2009 al 2017, abbiamo speso in ricerca e sviluppo 1,7 miliardi, costruendo un portafoglio di tecnologie nei più svariati ambiti. Dall’upstream al downstream, dalle rinnovabili alla salvaguardia ambientale fino alla sicurezza. Per un totale di oltre 6mila brevetti”, ha proseguito Descalzi.

Il manager ha approfondito il tema della sicurezza delle attività e della loro compatibilità ambientale: “Nel 2017 abbiamo confermato il primato nell’ambito della sicurezza nel lavoro, con un numero di eventi registrati per milioni di ore lavorate pari a 0,33, in miglioramento del 7% rispetto al 2016. A livello ambientale, abbiamo ridotto l’intensità delle emissioni dalle nostre attività upstream del 3% rispetto al 2016 e del 15% rispetto al 2014, compiendo significativi progressi verso l’obiettivo di riduzione del 43% nel 2025 rispetto al 2014”.

Nel campo delle rinnovabili, Eni concentrerà la propria ricerca prevalentemente sul solare, sullo stoccaggio dell’energia, su biocarburanti avanzati, sulle biomasse e sull’energia eolica. Inoltre, per contribuire alla mobilità sostenibile, sta lavorando allo sviluppo di processi per la conversione del gas naturale in metanolo.

Descalzi ha infine parlato di Progetto Italia, iniziativa di riqualificazione industriale che prevede la realizzazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile in terreni Eni bonificati.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *