Tesla, la produzione della Model 3 è stata nuovamente sospesa Tesla, la produzione della Model 3 è stata nuovamente sospesa

Tesla, la produzione della Model 3 è stata nuovamente sospesa

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 20 aprile 2018 redazione 0

Se Elon Musk è un magnate che ha le mani in pasta in molteplici settori, e riesce a trasformare in oro tutte quel che... Tesla, la produzione della Model 3 è stata nuovamente sospesa

Se Elon Musk è un magnate che ha le mani in pasta in molteplici settori, e riesce a trasformare in oro tutte quel che tocca, è anche vero che la sua creatura prediletta, Tesla, non sta certo passando un bel periodo.

L’azienda è in profondo rosso, gli analisti ne profetizzano già il fallimento: e la colpa di chi è?

Di certo buona parte della colpa è della produzione, che non riesce a “sfornare” le auto che ha già venduto in prevendita, e dopo diversi rallentamenti nei mesi scorsi, anche questa settimana è tutto fermo.

Nello specifico, la produzione dell’elettrica ‘di massa’ verrà fermata per alcuni giorni per riorganizzare il lavoro e velocizzare un processo di produzione, sinora andato molto a rilento, rispetto i piani iniziali. L’obiettivo di Musk è arrivare a 6.000 esemplari a settimana entro la fine di giugno.

Lo stesso CEO ha inviato nei giorni scorsi una lunga mail ai propri dipendenti, rivelata da Jalopinik, in cui annunciava questo stop “da tre a cinque giorni” e comunicava la volontà di aumentare la produzione a 6.000 Model 3 a settimana, entro la fine del mese di giugno, un aumento rispetto alle 5mila comunicate in passato. Le ultime tre settimane sono state le prime con almeno 2.000 esemplari prodotti ed ora l’obiettivo è di continuare a crescere gradualmente: prima tra 3.000 e 4.000 nel prossimo mese, per poi arrivare appunto alle 6.000 settimanali tra poco più di due mesi.

Per raggiungere questo obiettivo, Tesla assumerà inoltre circa 400 persone per lavorare negli stabilimenti di Fremont e nel Nevada (la Gigafactory), anche se la maggior parte dei processi sono automatizzati, con i robot che si occupano degli assemblaggi.

La produzione di Tesla Model 3 era stata già interrotta a fine febbraio, sempre per una settimana e sempre per lo stesso motivo, così come confermato da Elon Musk di recente. Con questa interruzione di una settimana si spera di poter risolvere definitivamente i problemi relativi alla produzione di Model 3 eliminando le questioni  che fino a questo momento hanno reso particolarmente difficoltosa la produzione della vettura che prima ancora di essere presentata nello scorso mese di luglio fu ordinata in circa mezzo milione di unità.

 

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *