Spotify offre ora più possibilità anche per gli utenti free Spotify offre ora più possibilità anche per gli utenti free

Spotify offre ora più possibilità anche per gli utenti free

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 26 aprile 2018 redazione 0

È naturale che un’azienda, nel mettere a disposizione il suo prodotto, riservi funzioni e possibilità maggiori agli utenti a pagamento, ed è quello che... Spotify offre ora più possibilità anche per gli utenti free

È naturale che un’azienda, nel mettere a disposizione il suo prodotto, riservi funzioni e possibilità maggiori agli utenti a pagamento, ed è quello che fin dal primo momento ha fatto Spotify, anche se ha comunque dato la possibilità di ascolto gratuito a milioni di utenti nel mondo che hanno scelto di non abbonarsi.

Ed ora c’è un’ulteriore novità: proprio per gli utenti free, quelli che non pagano, arrivano altre nuove funzionalità, per una fruizione ancora più completa.

Nello specifico, Spotify ha ufficializzato la nuova versione dell’app mobile, confermando le indiscrezioni diffuse nelle settimane scorse. Il focus si concentra sugli utenti che accedono gratuitamente al servizio e che, con la nuova release per smartphone, hanno maggiore libertà di scelta dei brani musicali. Non una liberà totale, ma indubbiamente più ampia rispetto a quella concessa sino ad ora.

Chi non ha sottoscritto un abbonamento premium potrà avere accesso a 15 playlist on-demand. Per queste playlist, gli utenti potranno riprodurre qualsiasi canzone desiderano senza alcun tipo limite e senza l’obbligo di dover attivare la riproduzione casuale.

Spotify proporrà quindi 15 playlist accessibili a tutti e tra queste ci saranno le Discover Weekly e altre playlist popolari, comprese quelle che comprendono i brani consigliati in base alle nostre preferenze. La nuova versione di Spotify chiederà anche agli utenti quali sono i suoi artisti preferiti, così da creare dei consigli ancora più personalizzati,proprio come già avviene su Apple Music. Per le altre playlist, rimarrà la possibilità di ascoltare i brani in modalità shuffle.

La nuova release integra inoltre una modalità che permette di ridurre il consumo di dati sino al 75 per cento. Si tratta, anche in questo caso, di una misura volta a migliorare gli strumenti a disposizione di chi non ha sottoscritto un abbonamento premium: Spotify, infatti, non ha mai offerto agli utenti free la possibilità di riprodurre in modalità offline.

Spotify ha iniziato la distribuzione di questa nuova esperienza di Spotify Free il 24 aprile ma potrebbe trascorrere del tempo prima che diventi disponibile per tutti.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *