Def, per il Governo l’Italia continua a crescere anche nel 2018 Def, per il Governo l’Italia continua a crescere anche nel 2018

Def, per il Governo l’Italia continua a crescere anche nel 2018

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 27 aprile 2018 redazione 0

Probabilmente il sentire comune dice ben altro, eppure il nostro Governo ne appare certo: anche in questo 2018 l’Italia continua a crescere ed al... Def, per il Governo l’Italia continua a crescere anche nel 2018

Probabilmente il sentire comune dice ben altro, eppure il nostro Governo ne appare certo: anche in questo 2018 l’Italia continua a crescere ed al ritmo desiderato.

Proprio in queste ore il Consiglio dei ministri ha approvato il Documento di economia e finanza per il 2018, in forma “tecnica” vista l’assenza di un esecutivo politico, e contestualmente il provvedimento che proroga i tempi per la vendita di Alitalia di altri sei mesi.

Il titolare dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha dettagliato in conferenza stampa che la crescita per il 2017 si è attestata all’1,5% e che tale livello è confermato per il 2018: “Questo riflette un atteggiamento prudenziale di quello che l’economia italiana può produrre, ed in linea con le previsioni da ultimo rilasciate dal Fmi che ha aumentato la stima appunto all’1,5%”. Sollevando ancora lo sguardo, nel 2019 la crescita del Pil è stimata al 1,4%, nel 2020 all’1,3%.

Quanto al debito ecco i numeri: 130,8% del pil nel 2018, 128% nel 2019 e 124,7% nel 2020.

“Il debito nel 2017, sia pur di poco e pur tenendo conto delle risorse al sistema bancario, diminuisce rispetto all’anno precedente e diminuisce, secondo le nostre previsioni in misura visibile e marcata di un punto percentuale nel 2018: questo è un dato estremamente importante in un contesto che vedeva il debito negli anni passati continuare a crescere”, ha rimarcato il ministro. Il fatto che il debito, ha aggiunto, “con un’oculata gestione stia scendendo dà definitivamente ragione del fatto che la strategia è quella giusta e che non è necessario deviare da questa strategia o pensare a misure di tipo eccezionale come a volte sento dire. Il debito scende e questo aumenta la stabilità del sistema italiano”.

Il consiglio dei ministri ha anche approvato il decreto sulla proroga dei tempi di vendita di Alitalia, come ha annunciato in conferenza stampa il presidente del consiglio, Paolo Gentiloni, puntualizzando che è stato approvato “un Def particolare, come si dice in gergo a politiche invariate, che non contiene la parte programmatica delle riforme che spettano al prossimo governo”.

“Oggi fotografiamo con questo Def risultati molto rilevanti”, ha proseguito il premier. Quello del Def è “un quadro che ci dice che l’Italia è uscita finalmente dalla crisi economica più difficile dal dopoguerra, che la crescita è ripresa e si è andata consolidando, che il lavoro dall’inizio della legislatura è cresciuto recuperando circa un milione di posti di lavoro, che il deficit si è ridotto da circa il 3 attorno al 2 e che anche il debito cresciuto enormemente tra il 2007 e il 2012-2014 si è stabilizzato e comincia a scendere”, ha concluso Gentiloni.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *