Smartphone, in Cina il mercato è nuovamente in contrazione Smartphone, in Cina il mercato è nuovamente in contrazione

Smartphone, in Cina il mercato è nuovamente in contrazione

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 1 maggio 2018 redazione 0

Da anni ormai si dice che il mercato degli smartphone sia ormai saturo, salvo poi vedere che sia i top di gamma sia gli... Smartphone, in Cina il mercato è nuovamente in contrazione

Da anni ormai si dice che il mercato degli smartphone sia ormai saturo, salvo poi vedere che sia i top di gamma sia gli esemplari più “modesti” dei grandi marchi mondiali continuano ad andare a ruba, in patria ed oltreoceano.

Gli ultimi dati che ci arrivano dalla Cina mostrano però come il trend si stia effettivamente invertendo: uno studio condotto da Canalys mostra infatti un mercato della telefonia in Cina in piena crisi.

I numeri sono preoccupanti, dati del genere non si vedevano da cinque anni nel paese della grande muraglia, fino a poco tempo fa territorio di conquista per i grandi brand tecnologici del settore, oggi decisamente meno appetibile.

Per di più gli stessi dati sembrano confermare le difficoltà di Apple nel mercato cinese, visto che ora l’azienda viene relegata alla voce “Altri produttori” nella classifica generale.

Nel primo trimestre del 2018, Xiaomi ha superato Apple e si posiziona al quarto posto tra i produttori che vendono più smartphone in Cina.

In generale, il mercato smartphone cinese è come abbiamo detto in un momento difficile, visto che le vendite totali sono diminuite del 21% su base annua nel primo trimestre del 2018. In totale, sono stati spediti 91 milioni di smartphone, il numero più basso dal 2013 ad oggi relativamente al primo trimestre dell’anno.

Le uniche eccezioni sono state Huawei, con un +2%, e Xiaomi, con ben il 37% in più di spedizioni.

Gli analisti ritengono che l’iPhone X è stato apprezzato dagli utenti cinesi, ma il prezzo troppo alto ne ha sensibilmente rallentato le vendite.

Samsung e Meizu hanno praticamente dimezzato le spedizioni nel Q1 2018 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Vivo e Oppo hanno visto un calo nelle spedizioni di circa il 10%.

Ma cosa ha provocato un calo così marcato? Secondo Canalys, il problema è dovuto a prodotti sempre più simili gli uni agli altri. Appena arriva un’innovazione sul mercato, questa viene subito ripresa da tutti i concorrenti, influenzando anche le strategie di marketing, anche queste sempre meno diversificate da un produttore all’altro.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *