Tim, oltre 4 mila lavoratori rischiano la cassa integrazione Tim, oltre 4 mila lavoratori rischiano la cassa integrazione

Tim, oltre 4 mila lavoratori rischiano la cassa integrazione

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 18 maggio 2018 redazione 0

Gli operatori di telefonia mobile nazionali in generale non stanno vivendo un bel momento, ed anche Tim sta subendo non pochi colpi: tra le... Tim, oltre 4 mila lavoratori rischiano la cassa integrazione

Gli operatori di telefonia mobile nazionali in generale non stanno vivendo un bel momento, ed anche Tim sta subendo non pochi colpi: tra le multe per pubblicità ingannevoli, i clienti persi per i recenti rincari e nuove sanzioni in vista per aver applicato la fatturazione a 28 giorni, è un periodo particolarmente nero.

Ma il peggio non è ancora alle spalle: l’operatore infatti si ritrova con un forte esubero di personale e molto presto migliaia di persone potrebbero finire in cassa integrazione.

Tim nello specifico ha comunicato ai sindacati l’imminente avvio della cassa integrazione, che dovrebbe riguardare 3-4mila lavoratori. Lo ha riferito il segretario generale della Uilcom Uil, Salvo Ugliarolo, precisando che, in attesa di maggiori dettagli da parte dell’azienda sulla cassa integrazione, “sarà avviato un confronto presso il ministero del Lavoro sapendo che dobbiamo di entrare nel merito dei punti salvaguardando, come primo obiettivo, l’occupazione”.

Lamentando di non aver raggiunto “una soluzione condivisa e adeguata alle sfide di trasformazione dell’azienda”, Tim descrive come “inevitabile” la mossa sulla cassa integrazione per “salvaguardare gli obiettivi industriali, unitamente alle esigenze di sostenibilità economica ed organizzativa dei livelli occupazionali”. L’auspicio resta di trovare un accordo.

Per quanto riguarda i risultati ottenuti, il 2018, è emerso dalla comunicazione sulla trimestrale diffusa  da Tim, si apre ‘segnato’ dalla multa per la presunta infrazione della norma ‘Golden Power’ ma anche con segnali forti di una nuova governance: tagliando i compensi dei consiglieri, creando un comitato dedicato, pone più attenzione alle operazioni con parti correlate, e con la fine della ‘direzione e coordinamento’ da parte di Vivendi. I conti sono invece in linea con le attese degli analisti: ricavi per 4,7 miliardi (-1,6% e +2,7% su base organica), ebitda a 1,9 miliardi (-4,9% ma -1,8% su base organica) che “sconta l’effetto degli oneri operativi non ricorrenti pari a 95 milioni di euro, principalmente connessi all’accantonamento a copertura della sanzione da 74,3 milioni” peraltro “già contestata da Tim e per la quale a breve presenterà ricorso” sottolinea l’azienda.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *